Fisco

Un milione di segnalazioni online anti evasione, quasi quadruplicate in due anni

Tot e Peppino in "La Banda degli onesti"  Tot e Peppino in "La Banda degli onesti"
ultimo aggiornamento: 24 novembre, ore 14:12
Roma - (Adnkronos) - Il valore di oltre 151 milioni. A tenere la contabilit il sito evasori.info. I dati, rielaborati dall'Adnkronos, mostrano un fenomeno che vede in testa alla classifica delle denunce bar e ristoranti. Gettonati anche medici e dentisti


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 0    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Roma, 24 nov. (Adnkronos) - Raggiunto un milione di segnalazioni online anti evasione. A tenere la contabilit il sito evasori.info, i cui dati, rielaborati dall'Adnkronos, fotografano il fenomeno in tempo reale attraverso le denunce spontanee: alle 13 del 24 novembre sono 967.001 per 151.210.261,62 euro. Un dato quasi quadruplicato in quasi due anni: il 2 gennaio 2012 erano 283.853 per 46.295.758,43 euro.

Nel mirino degli italiani ci sono comportamenti quotidiani, spesso all'insegna dell'evasione totale: dal caff al bar alla cena al ristorante, passando per le prestazioni di dentisti, idraulici ed elettricisti, concessionari e meccanici auto e moto. A guidare la classifica delle segnalazioni sono i bar, quasi 320mila, e i ristoranti, 117mila. Sono tutti quei casi di evasione 'spicciola' ma continua: il caff e cornetto, per iniziare la giornata, senza scontrino. E la pizzeria che scrive il conto a penna direttamente sulla tovaglia di carta. Molte le segnalazioni che riguardano i venditori ambulanti, 45mila.

Gettonati anche medici e dentisti, che 'guadagnano' oltre 30mila denunce spontanee. I piani tariffari possono essere infatti declinati secondo il doppio binario: migliaia di euro con regolare fattura, oppure migliaia di euro, ma un po' di meno, con una qualche fattura ogni tanto. Ancora, e in questo caso le somme aumentano, ci sono i lavori di ristrutturazione di casa: l'impresa non vuole assegni, solo contanti. Lo impongono i fornitori, la giustificazione che ricorre.


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di Economia
commenta commenta 0    invia    stampa