Algeria: tre disoccupati si danno fuoco seguendo esempio tunisini

ultimo aggiornamento: 16 gennaio, ore 15:14

commenta commenta 0     vota vota 0    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Algeri, 16 gen. - (Adnkronos/Aki) - Tre disoccupati algerini hanno tentato di darsi fuoco ieri, seguendo l'esempio dei disoccupati tunisini di Sidi Bouzid che in questo modo hanno dato il via alla protesta che ha portato alla fuga di Ben Ali. Secondo quanto riporta oggi la stampa algerina, un giovane disoccupato di 27 anni, Moshen Bouterfi, si e' cosparso di benzina e si e' dato fuoco ieri davanti alla sede del comune di Boukdhra, vicino a Tebessa, lungo la frontiera con la Tunisia. Il giornale locale 'el-Khabar' racconta che l'uomo, padre di una bambina, si e' dato fuoco ieri sera dopo che il sindaco della sua cittadina si e' rifiutato di assumerlo all'interno dell'amministrazione locale.

Secondo il sito internet 'Kull ala al-Jazair', il giovane disoccupato e' deceduto oggi per le ferite riportate, mentre il governatore di Tebessa ha rimosso dal suo incarico il primo cittadino di Boukdhra. Gesto analogo e' stato compiuto ieri da altre due persone, di 26 anni e 41 anni, rispettivamente a Jijel, nell'est, e a Boumerdes, in Cabilia, attualmente ricoverate in ospedale in gravi condizioni.


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di Esteri
commenta commenta 0    invia    stampa