Testimone: "Durante sparatoria ho visto bomba in pentola a pressione"

Boston, due fratelli ceceni dietro l'attentato. Uno morto, l'altro in fuga

I due sospetti  I due sospetti
ultimo aggiornamento: 20 aprile, ore 08:33
Washington - (Adnkronos/Ign) - La polizia sta cercando Dzhokhar Tsarnaev di 19 anni (indicato dall'Fbi come il ragazzo con il cappello bianco / VIDEO), riuscito a scappare durante la sparatoria a Watertown dove stato colpito suo fratello Tamerlan, poi morto in ospedale. Era carico di esplosivo. La caccia al giovane sospetto degli attacchi alla maratona in una citt sotto assedio. Spari al Mit: ucciso un agente


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 0    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Washington, 19 apr. (Adnkronos/Ign) - Gigantesca caccia all'uomo, trasporti fermi e citt blindata a quattro giorni dall'attentato alla maratona di Boston. Sparatoria ed esplosioni nel sobborgo di Watertown, dove scattata una massiccia operazione che ha messo in campo decine e decine di forze della polizia locale, agenti federali e militari della National Guard, tutti alla ricerca dei sospetti attentatori, due fratelli ceceni.

Si tratta di Dzhokhar e Tamerlan Tsarnaev, rispettivamente di 19 e 26 anni.

Nello scontro a fuoco con la polizia il "suspect number one" (cos indicato dall'Fbi il giovane con un cappello da baseball nero che appare nelle foto, il pi grande dei due fratelli) stato colpito ed morto in ospedale per le ferite riportate. Il sospetto numero due invece riuscito a fuggire e non stato ancora catturato. Si tratta del ragazzo con il cappello bianco. "Noi pensiamo che sia un terrorista, armato e pericoloso", ha detto la polizia del Massachusetts in una conferenza stampa.

La polizia ipotizza, infatti, che il latitante sia imbottito di esplosivo come era il suo complice, tanto che sono state adottate misure eccezionali: Boston praticamente paralizzata. Sospesi tutti i trasporti pubblici, compresi i treni per il Rhode Island, i taxi e i voli. Scuole, il Mit e l'Universit di Harvard sono stati chiusi.

Intanto la polizia del Connecticut, coinvolta nella caccia all'uomo, sta cercando una Honda Civic di colore verde. Si tratta di un modello del 1999 con una targa del Massachusetts.

La polizia del Massachussets alla ricerca del ragazzo con il cappello bianco sta conducendo un controllo casa per casa a Watertown. Mentre i residenti sono stati allertati: "Rimanete a casa, non aprite la porta a nessuno se non ad un riconosciuto agente delle forze dell'ordine".

"La situazione grave, la nostra preoccupazione proteggere la popolazione di questi quartieri", hanno detto dalle forze dell'ordine che hanno messo praticamente sotto assedio l'intera zona intorno a Watertown, compresi i sobborghi di Newton, Waltham, Belmont, Allston-Brighton e Cambridge, dove sono cresciuti i due fratelli.

Nella loro casa sono state fermate due persone "non sospette". Nella zona sono arrivate anche squadre di Swat, le teste di cuoio. L'area attorno all'abitazione stata fatta evacuare, all'opera gli artificieri.

Secondo un testimone quel che avvenuto nelle strade di Watertown oggi stato uno scontro da vera guerriglia urbana, con spari ed almeno due forti esplosioni. Un residente di Watertown ha detto all'Nbc di aver visto qualcosa simile "ad una bomba dentro una pentola a pressione", come quelle esplose luned alla maratona. I due armati usavano bombe che "sembravano granate", ha detto ancora il testimone.

Prima della vasta operazione della polizia, c'era stata un'altra sparatoria a Boston, nel campus del Massachusetts Institute of Technology, dove nello scontro con i due sospetti stato ucciso un poliziotto di 26 anni.

I due sono stati individuati dalla polizia mentre cercavano di rapinare un 7/eleven, un drug store. Cosa che viene interpretata come un segnale che fossero disperati e senza fondi per la fuga.

Dzhokhar Tsarnaev, il giovane ricercato, era divenuto cittadino americano l'11 settembre del 2012. Lo riferisce la Cnn. Insieme a Dzhokhar, scrive il New York Times, avevano acquisito la cittadinanza anche sua madre e suo padre. Il fratello Tamerlan, ucciso dalla polizia, era invece a met dell'iter burocratico richiesto.

Il pi grande dei due fratelli era iscritto ad un community college dell'area di Boston e sognava di diventare ingegnere. Sulla sua pagina Facebook aveva scritto: "Non ho un solo amico americano, non mi capiscono", ha riferito la Cnn. Tamerlan Tsarnaev aveva anche una pagina personale su YouTube: tra i video postati, ha riferito il sito Mother Jones, compare anche un filmato dedicato alla profezia delle "Bandiere Nere del Khorashan", cara agli estremisti islamici e in particolare ad Al Qaeda.

La famiglia di Dzhokhar e Tamerlan Tsarnaev (c' anche una sorella, Dzhanneta), arrivata dal Kirghizistan, aveva lasciato il Daghestan per trasferirsi negli Stati Uniti alcuni anni fa. Tamerlan Tsarnaev ieri aveva telefonato ad un suo zio chiedendogli di perdonarlo. Alvi Tsarni ha raccontato all'emittente Cbs che non aveva contatti con i due da anni. Ma Tamerlan, ha aggiunto l'uomo, che vive nel Maryland, "ieri mi ha chiamato e mi ha detto: perdonami". Tsarni ha spiegato che i due nipoti vivevano negli Stati Uniti da 7-8 anni e non pu credere che siano loro gli attentatori della maratona. "Non posso crederci", sono state le sue parole.

Anche Maret Tsarnaeva, zia dei due fratelli, "crede fortemente" che i nipoti non siano i responsabili dell'attentato alla maratona di Boston e che le foto che li ritraggono sul luogo delle esplosioni siano una messa in scena. La donna, che vive in Canada, parlando con i giornalisti ha detto: "Sono abituata a queste cose", in riferimento a quando viveva in Unione Sovietica. "Sono una cecena".


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di Esteri
commenta commenta 0    invia    stampa