Caso mar, Mogherini: "Ne parleremo sicuramente con Obama"

(Xinhua)  (Xinhua)
ultimo aggiornamento: 26 marzo, ore 21:20
Roma - (Adnkronos) - Il ministro degli Esteri ha ricordato che l'Italia sta parlando della vicenda "con tutti quelli che incontriamo". De Mistura di ritorno dall'India, alla vigilia di una nuova sessione della Corte Suprema che dovr decidere se il caso dovr ancora essere seguito dalla Nia, la polizia antiterrorismo: "Posizione italiana ferma".


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 0    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Roma, 26 mar. (Adnkronos) - "Ne parleremo sicuramente con Obama". E' quanto ha detto, parlando del caso dei due mar, il ministro degli Esteri, Federica Mogherini, ricordando come l'Italia stia parlando della vicenda "con tutti quelli che incontriamo", in particolare esponenti di istituzioni internazionali come la Ue e gli Usa.

In mattinata, intervenendo davanti alle commissioni Esteri di Camera e Senato, il commissario straordinario del governo, Staffan De Mistura, a proposito del caso aveva detto: "Noi al processo non andiamo e insistiamo per la giurisdizione internazionale".

De Mistura intervenuto di ritorno dall'India, alla vigilia di una nuova sessione della Corte Suprema che dovr decidere se il caso dovr ancora essere seguito dalla Nia, la polizia antiterrorismo. Tuttavia, qualsiasi sia l'esito, ha aggiunto De Mistura, "la posizione italiana fermissima, niente processo". "Questa situazione -ha detto ancora- va risolta in termini politici e internazionali".

La strada che l'Italia ha ormai scelto per risolvere il caso mar quella della "internazionalizzazione", ha quindi ribadito De Mistura, spiegando che stata avviata una "iniziativa internazionale" che "dovrebbe produrre effetti concreti nel giro di un mese, massimo". E ha spiegato di non voler fornire troppe informazioni su questa iniziativa, "anche per non rendere troppo formale una posizione che ancora in formazione" e perch "da parte della controparte ci potranno essere delle contromosse". Il commissario straordinario ha spiegato che in passato, quando l'India aveva promesso un processo rapido da concludere in tre mesi, l'Italia era aperta anche a questa ipotesi. Ma ora che questa ipotesi tramontata, l'Italia ha scelto "senza ambiguit" la strada dell'internazionalizzazione e ha lavorato "in tutti consessi internazionali a questo scopo".

Gli americani sono "molto consapevoli" delle priorit del caso mar, ha detto ancora De Mistura, a poche ore dall'arrivo del presidente americano Barack Obama a Roma. "Gli americani sono molto consapevoli delle notre priorit, perche anche loro hanno avuto momenti difficili con quel Paese", ha dichiarato.


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di Esteri
commenta commenta 0    invia    stampa