Cuba: figlia del 'Che', dissidenti in sciopero fame sono delinquenti comuni

ultimo aggiornamento: 12 marzo, ore 16:55
commenta commenta 0     vota vota 0    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Rio de Janeiro, 12 mar. - (Adnkronos/Dpa) - Sono "deliquenti comuni" i dissidenti politici in sciopero della fame a Cuba. Lo ha detto in Brasile la figlia del 'Che', Aleida Guevara March, nel corso di una conferenza organizzata dall'Mst, il movimento dei contadini senza terra. Secondo la pediatra cubana citata dal quotidiano "Folha de Sao Paulo", i dissidenti che ricorrono al digiuno, come Orlando Zapata Tamayo, morto a febbraio dopo 85 giorni di protesta, o come Guillermo Farinas, ridotto in gravi condizioni per uno sciopero della fame e della sete portato avanti da 15 giorni, sono "personaggi creati dai media per calunniare Cuba" e ricevono soldi da imprenditori americani ed europei che si oppongono alla 'Revolucion'.
pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di Esteri
commenta commenta 0    invia    stampa