Oms: "Almeno 6.260 morti nel mondo"

Influenza A, due morti in Germania dopo il vaccino: disposta l'autopsia

(Xinhua)  (Xinhua)
ultimo aggiornamento: 13 novembre, ore 20:17
Berlino - (Adnkronos/Ign) - Un uomo e una donna sono deceduti dopo l’immunizzazione. Le autorit tedesche stanno verificando se le cause sono da imputare o no al vaccino. "Vaccini anti pneumococco ai bambini". Fu il vero killer della Spagnola. Al Summit Fao kit 'anti-virus' per delegati e giornalisti (VIDEO). Prima vittima in Puglia: morta una 50enne di Andria
leggi i commenti    commenta commenta 0     vota vota 0    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Berlino, 13 nov. (Adnkronos/Ign) - Si registrano in Germania le prime due probabili vittime del vaccino contro l'influenza A. Si tratta di un uomo di 46 anni ritrovato morto a Wuppertal, nei pressi di Colonia, dai colleghi nella sede della sua azienda il giorno dopo essersi fatto vaccinare. Si tratta ora di stabilire se il decesso sia in qualche modo collegabile all’immunizzazione. Per questo "abbiamo disposto un'autopsia", ha annunciato alla 'Westdeutschen Zeitung' Wolf-Tilmann Baumert, portavoce del procuratore di Wuppertal, nel NordReno Westfalia. Verr anche verificato se vi sia stata un'eventuale reazione allergica. Anche se "una reazione allergica acuta da escludere perch in quel caso l'uomo sarebbe morto prima", ha anticipato la portavoce dell'amministrazione municipale di Wuppertal, Martina Eckermann, citata dal Rheinische Post.

L’altra vittima una donna di 65 anni deceduta nel land orientale della Turingia.o riporta il quotidiano tedesco Bild. Il marito ha spiegato che subito dopo l'inoculazione del vaccino la moglie non aveva avvertito alcun disturbo, mentre dopo cena ha subito un infarto ed deceduta dopo il ricovero in ospedale. A Duesseldorf un uomo di 30 anni ha invece subito uno choc anafilattico dopo essere stato vaccinato. A salvarlo stato il fatto che si trovava ancora nello studio del suo medico curante.

Intanto, secondo quanto riferisce l'ultimo bollettino diffuso dall'Organizzazione mondiale della sanit (Oms), il virus pandemico ha raggiunto ormai 206 Paesi nel mondo, causando almeno 6.260 morti. L'Oms indica poi in oltre 503.536 i casi accertati di H1N1 nel pianeta, ricordando per che si tratta di un numero "significativamente pi basso" rispetto alla realt, dal momento che molti Paesi non registrano pi i singoli casi. "La stagione influenzale, iniziata insolitamente presto nell'emisfero Nord, mostra gi i primi segni di picco in alcune parti del Nord America", e l'attivit virale "sta crescendo in Europa e Asia Centro-orientale", sottolinea l'Oms.

In particolare, nel vecchio continente "la trasmissione dell'influenza continua a intensificarsi", prosegue l'agenzia delle Nazioni Unite, e alcune malattie respiratorie di elevata intensit circolano insieme al virus pandemico "in Olanda, Italia e ancor pi nell'Europa del nord".

Proprio nel Bel Paese sono 167 i casi pi gravi, che richiedono cio cure di alta specializzazione e assistenza respiratoria. Mentre sono 44 le vittime accertate. E' salito invece a 329 il numero complessivo delle persone ricoverate in ospedale per complicanze, secondo le segnalazioni delle Regioni al ministero del Welfare: "una quota pari allo 0,01% delle persone che hanno contratto l'influenza A dall'inizio della pandemia", precisa lo stesso ministero nel bollettino, aggiornato alle 17.00 di oggi.

Per quanto riguarda le vaccinazioni "in base a dati parziali pervenuti all'Istituto superiore di sanit - si legge nel bollettino - sono state vaccinate, ad oggi, circa 150.000 persone, sulla base della pianificazione della campagna prevista da ciascuna Regione". Intanto continua la distribuzione dei vaccini alle Regioni. Ieri cominciata la quarta distribuzione. A oggi stata gi completata in 16 tra Regioni e Province Autonome e si prevede di concluderla nella giornata di domenica.

pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
non ci sono tag per la questa notizia, prova con la ricerca
tutte le notizie di Esteri
commenta commenta 0    invia    stampa   
ugc
beppestarnazza ha scritto (13/11/2009 - ore 19:52) segnala un abuso
ugc
Anche in Italia accaduto, in Puglia, dove un uomo, centralinista al nosocomio "Miulli" di Acquaviva delle Fonti (Ba), di 39 anni, deceduto successivamente alla vaccinazione contro il virus H1N1. Ne ha dato notizia solo il Tg regionale.
ugc
ugc