Gli insorti confidano nell'imposizione di una no-fly zone

Libia, raid aerei sull'aeroporto di Bengasi Gheddafi verso 'battaglia finale' a Misurata

(Xinhua)  (Xinhua)
ultimo aggiornamento: 17 marzo, ore 17:05
Tripoli - (Adnkronos/Aki) - Tv di Stato di Tripoli: in corso scontri a fuoco. Pesanti e continui bombardamenti aerei anche su Ajdabiyah. Per il regime Misurata torner sotto il suo controllo entro oggi. Il Colonnello dalla tv di Stato: "Non si pu lasciare la citt in mano a un manipolo di folli". Militari pro-ras annunciano cessate il fuoco da domenica. Rasmussen: "Nato pronta ad agire". Ue: nessuna intenzione di riprendere dialogo con Gheddafi. L'Onu chiede l'immediato cessate il fuoco


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 0    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Tripoli, 17 mar. - (Adnkronos/Aki) - Raid aerei delle forze fedeli al colonnello Muammar Gheddafi sono stati condotti contro l'aeroporto internazionale Benina di Bengasi, roccaforte degli insorti libici. E' quanto sostiene l'emittente satellitare al-Jazeera, che parla di tre attacchi contro lo scalo nell'arco della mattinata. i Il sito Libya al-Youm, vicino all'opposizione, scrive che il raid condotto da aerei Sukhoj di fabbricazione russa, che avrebbero colpito un aereo civile fermo sulla pista dell'aeroporto.

Il raid ''non ha prodotto danni alla struttura, che resta in funzione'', ha detto invece all'emittente satellitare al-Jazeera il colonnello Adel al-Burousi, membro del Comitato di difesa costituito dagli insorti a Bengasi. ''Gli aerei possono ancora atterrare e decollare dall'aeroporto'', ha assicurato il colonnello passato dalla parte dei rivoltosi.

''Uno degli aerei che hanno condotto il raid stato abbattuto dagli insorti'', riferisce ad AKI-ADNKRONOS INTERNATIONAL una fonte giornalistica a Bengasi. Un secondo aereo, secondo la fonte, sarebbe atterrato presso l'aeroporto, ''ma non ci sono per ora elementi per dire se si tratti di una defezione''. In citt, per il momento, secondo la fonte la situazione ''tranquilla''

Secondo la tv di Stato di Tripoli, inoltre, scontri a fuoco ed esplosioni sarebbero in corso all'interno dell'aeroporto. Mentre al Arabiya riferisce che bombardamenti aerei sono stati condotti anche in alcuni quartieri di Bengasi: a Bou Itni stata presa di mira una caserma di paracadutisti.

Sta salendo dunque la tensione a Bengasi, roccaforte degli insorti. Ieri il figlio del Colonnello, Saif al-Islam, ha assicurato la sua riconquista entro 48 ore. Gli insorti dal canto loro confidano nell'imposizione di una no-fly zone. Il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite voter proprio oggi un progetto di risoluzione a questo proposito.

I militari libici fedeli a Gheddafi hanno intanto annunciato la sospensione di tutte le loro operazioni contro gli insorti, definiti ''bande terroristiche'', da domenica, per dare loro l'opportunit di consegnare le armi e arrendersi. Lo riferisce l'agenzia ufficiale Jana, che cita il Comitato provvisorio della Difesa. Il provvedimento, si aggiunge, un primo passo verso un'amnistia per tutti gli insorti che si arrendono.

Pesanti e continui bombardamenti aerei da parte delle truppe fedeli a GheddafiI stanno in ogni caso riguardando anche quartieri residenziali di Ajdabiyah. E' di almeno 30 morti, tra cui donne e bambini, e 100 feriti il bilancio degli scontri delle scorse ore tra militari pro-Gheddafi e insorti nella citt che, l'ultima prima di Bengasi, accerchiata dalla forze filo-regime, che avrebbero gi ripreso il controllo del porto di Zuetina, localit poco pi a nord di Ajdabiyah.

La citt di Misurata, 200 km a est di Tripoli, si prepara intanto alla ''battaglia decisiva'' promessa dal colonnello , dopo che ieri stata teatro degli scontri pi violenti tra forze governative e insorti. Fonti mediche hanno riferito ad al-Jazeera che il bilancio e' di un centinaio di morti, di cui 80 sarebbero miliziani pro-Gheddafi. Ma per il regime la citt torner sotto il suo controllo entro oggi.

''La battaglia a Misurata continuer gioved - ha assicurato Gheddafi in un discorso trasmesso ieri sera dalla tv di Stato - quando ci sar la battaglia decisiva''. Rivolgendosi ai giovani della citt, il Colonello ha aggiunto: ''Gioved sarete chiamati a prendere le armi e a partecipare alla battaglia. Non si pu lasciare Misurata in mano a un manipolo di folli''.


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di Esteri
commenta commenta 0    invia    stampa