''Stiamo elevando la pressione sul governo iraniano"

Nucleare-Iran, dagli Usa nuove sanzioni. Obama: "Un colpo al cuore di Teheran"

Barack Obama  Barack Obama
ultimo aggiornamento: 02 luglio, ore 09:21
Il leade della Casa Bianca firma la legge approvata dal Congresso. Le misure restrittive varate dal Congresso colpiscono i settori bancari e dell'energia e le compagnie che fanno affari con l'Iran nel settore dell'energia. Nucleare, allarme Cia: ''L'Iran ha uranio sufficiente per due bombe atomiche''
leggi i commenti    commenta commenta 0     vota vota 0    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Washington, 2 lug. (Adnkronos) - Il Presidente americano, Barack Obama, ha firmato la legge approvata dal Congresso con nuove sanzioni contro Teheran, che si aggiungono all'ultimo, il quarto, pacchetto approvato dal Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, a quelle introdotte dal dipartimento del Tesoro Usa e ad altre misure ancora varate dall'Ue.

Le misure restrittive varate dal Congresso colpiscono i settori bancari e dell'energia e le compagnie che fanno affari con l'Iran nel settore dell'energia, per esempio raffinando il petrolio in benzina.

''Stiamo elevando la pressione sul governo iraniano per il suo mancato rispetto degli impegni presi'', ha dichiarato Obama. ''Con queste sanzioni, insieme ad altre misure, stiamo colpendo il cuore della capacita' del governo iraniano di finanziare e sviluppare i suoi programmi nucleari'', ha aggiunto il presidente Usa.

pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di Esteri
commenta commenta 0    invia    stampa   
ugc
Oscar ha scritto (02/07/2010 - ore 12:02) segnala un abuso
ugc
Un colpo al cuore? Mi scusi Sig. Presidente, ma Lei crede davvero che questo nuovo "Grande Dittatore" si spaventi davanti a sanzioni? Anzi si sentir ancora pi motivato a proseguire nel suo folle proposito. I Suoi predecessori hanno sbagliato tanto in politica estera in quella regione, non ripeta i medesimi errori. Rester sempre convinto che la diplomazia resta sempre lo strumento da usare per le controversie, ma in passato quando Vi convinceste fermamente di fermare Hitler, non lo avete fatto con delle sanzioni...
ugc
ugc