''Dichiarazioni di funzionari di terzo o di quarto grado riportate dai giornali di sinistra''

Premier: da Wikileaks menzogne

Silvio Berlusconi (Adnkronos)  Silvio Berlusconi (Adnkronos)
ultimo aggiornamento: 30 novembre, ore 08:20
Roma - (Adnkronos/Ign) - Silvio Berlusconi: ''Mai partecipato a un wild party, alle mie cene tutto corretto, dignitoso ed elegante''. E sulle presunte rivelazioni: ''Fanno male all'immagine del Paese''. Ghedini: ''Banale gossip''. Farefuturo: ''Ora scoprire chi mente''. Usa avviano indagine. L'ambasciatore Usa Thorne: ''Non cambieranno le eccellenti relazioni con l'Italia''. Frattini : cos si distrugge il mondo. Continua la pubblicazione dei file riservati. Sull'Italia: ''Berlusconi portavoce di Putin''. Per la Francia l'Iran un Paese ''fascista'' e Chavez ''un folle''. Sotto controllo anche il Palazzo di Vetro. L'Onu: ''Il nostro lavoro inviolabile''. Assange contro Obama: (VIDEO). Le prime pagine online della stampa estera (FOTO). Rivelate le comunicazioni del Dipartimento di Stato Usa


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 0    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Roma, 30 nov. (Adnkronos) - "Non bisogna guardare alle dichiarazioni di funzionari di terzo o di quarto grado che poi alla fine riportano quello che leggono sui giornali di sinistra, per esempio". Cos il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi commenta ai microfoni di Sky Tg 24 le rivelazioni di Wikileaks durante una visita in Libia.

"Se posso permettermi - aggiunge - io, sfortunatamente, non ho partecipato in tutta la mia vita a nessun wild party, forse sono interessanti, io non ho mai avuto occasione di frequentarli. A parte gli scherzi, vorrei tornare su un fatto che anche in Italia stato diffuso e che non ha nessun fondamento nella realt: io una volta al mese do delle cene nelle mie case, perch c' tanta gente che vuole incontrarmi e stare con me".

Riguardo alle rivelazioni di ragazze che raccontano di aver partecipato a feste nelle residenze del premier, Berlusconi si chiede: "La domanda : perch lo fanno, chi avr pagato cos tanto affinch lo facciano?". "Che cosa pu spingere una ragazza - insiste Berlusconi - a dichiararsi prostituta davanti al mondo, e quindi da un lato a non avere pi la possibilit di un lavoro normale o di un marito normale; e dall'altro a non poter fare nemmeno pi il lavoro di prostituta perch nessuno se fider pi di lei".

"Hanno detto: come mai lascia il telefonino? Perch in queste cene tutto ci che accade soltanto corretto, dignitoso, elegante e quindi tutti possono filmare o fotografare qualunque cosa capiti in queste cene. Quindi - conclude - sono tutte cose che fra l'altro fanno male anche l'immagine del Paese cos diffuse, perch poi qualcuno pu pensare che siano vere".

Commenta le rivelazioni di Wikileaks anche Niccol Ghedini, legale di Berlusconi. ''Le annotazioni di fonte americana appaiono essere al pi una sorta di compendio di banale gossip - nota -, gi pi volte riportato dalla stampa italiana. Per quanto riguarda quelle che vengono definite feste, utile ribadire che, come risulta dalle inequivocabili dichiarazioni di decine e decine di testimoni, si trattava di normalissime cene, svoltesi alla costante presenza di personale di servizio, di intrattenimento e di sicurezza. E' risibile poi affermare - aggiunge - che la asserita stanchezza del presidente Berlusconi possa essere correlata a tali cene. Come risulta sempre dalle testimonianze, queste si sono svolte assai raramente e non pi di una volta al mese''.

''Chi conosce gli impegni di lavoro del presidente Berlusconi, ed facile ricostruirli anche documentalmente, sa perfettamente - sottolinea il parlamentare del Pdl - che se stanchezza vi fosse stata, ma cos non , poteva essere correlata soltanto alla intensissima attivit politica e di governo. Resta da comprendere, se questo materiale vero, e sulla cui diffusione da parte del presidente Berlusconi vi il pi totale disinteresse, ritenendolo davvero frutto di chiacchiere di second'ordine, perch nessuna autorit giudiziaria intervenga con la tempestivit dovuta. Si tratta infatti, se davvero deriva da fonti segretate, di materiale di illecita provenienza, e che pu creare su altri pi seri argomenti danni gravissimi alla sicurezza dei paesi interessati'', conclude Ghedini.

Ffwebmagazine, periodico online della Fondazione Farefuturo, commenta cos le parole del premier: ''Fino a ieri il libertinaggio non era reato ma semmai solo eccesso e inopportunit - si legge sul sito -. Oggi che la tesi diventa 'mentono, e qualcuno le paga', oggi che le feste di casa Berlusconi sono difese come 'cene dove tutto avviene in modo corretto, dignitoso ed elegante'. Oggi non c' pi democrazia senza capire chi sta mentendo. Senza liberare il Paese - conclude - da chi sta mentendo''.


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di Esteri
commenta commenta 0    invia    stampa