Siria, osservatori della Lega Araba a Homs. Settamila in piazza contro il regime

(Xinhua)(Xinhua)
ultimo aggiornamento: 27 dicembre, ore 15:53
Beirut - (Adnkronos/Ign) - Nuove manifestazioni dell'opposizione nel giorno della visita della delegazione. Gli esperti verificheranno la situazione del Paese governato del presidente Bashar al Assad. Le violenze in corso da met marzo hanno fatto, secondo dati Onu, almeno cinquemila morti


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 0    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Beirut, 27 dic. - (Adnkronos/Ign) - Opposizione di nuovo in piazza in Siria nel giorno della visita della delegazione della Lega Araba. Circa 70mila le persone che hanno manifestato contro il regime siriano nel centro di Homs, roccaforte della resistenza contro il presidente Bashar al-Assad. Secondo quanto annunciato dagli attivisti per i diritti umani, le forze di sicurezza hanno cercato di reprimere la protesta lanciando lacrimogeni e arrestando decine di persone, portate nel club degli ufficiali dell'esercito usato come centro di detenzione. Nelle ultime 24 ore la citt, che secondo dati Onu conta quasi 5mila morti dall’inizio delle proteste in marzo, ha registrato oltre 30 vittime.

La manifestazione coincisa con l'ispezione degli osservatori della Lega Araba. La delegazione, giunta in Siria con il compito di monitorare l’attuazione del piano di pace elaborato dalla Lega e sottoscritto da Damasco, questa mattina si divisa in due gruppi e ha visitato l'ospedale nazionale della citt e il quartiere di Bab Amro, uno degli epicentri della rivolta e dalla violenta repressione da parte delle truppe del regime. Gli osservatori hanno anche incontrato il governatore della citt, fedele al presidente Bashar al-Assad e parlato con gli esponenti dell'opposizione. Proprio in vista dell'arrivo in citt della delegazione, testimoni e residenti hanno riferito che il regime ha ritirato alcuni carri armati dalla periferia cittadina. Un’operazione che l’opposizione giudica di puro maquillage, tanto pi che le autorit avrebbero anche fatto sparire dal locale obitorio centinaia di cadaveri e trasferito i detenuti in basi militari, dove il team della Lega Araba non ha accesso.

''Speriamo (che gli osservatori, ndr) riescano a portare a termine la missione'', ha affermato un diplomatico, coperto da anonimato. L’intesa prevede la fine immediata delle violenze, il ritiro delle forze armate e il rilascio dei detenuti. La squadra, composta da iracheni, tunisini e algerini, stata divisa in 5 gruppi da 10, che visiteranno le zone calde del Paese, tra cui Homs, la provincia nordoccidentale di Idlib, Damasco e Deraa. Altri cento osservatori dovrebbero arrivare nel Paese entro al fine del mese.

Intanto una forte esplosione stata avvertita tra il villaggio di al-Ashrafiya e Rastan. Secondo l'inviato della tv iraniana 'al-Alam', si tratta di un attacco compiuto da un gruppo di terroristi contro il gasdotto della zona. Un analogo attacco erra stato eseguito il 13 dicembre scorso.


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
TAG
siria
tutte le notizie di Esteri
commenta commenta 0    invia    stampa