Proseguono le proteste

Tunisia, incide canzone contro Ben Ali: arrestato un cantante rap

ultimo aggiornamento: 07 gennaio, ore 16:41
Tunisi (Adnkronos/Aki) - Il brano del 22enne Hamado Bin Omar contro il presidente considerato responsabile della crisi economica in corso divenuto in poco tempo la colonna sonora della rivolta dei disoccupati di Sidi Bouzid: si scaglia contro la corruzione in Tunisia e il suo governo (VIDEO)


condividi questa notizia su Facebook

leggi i commenti    commenta commenta 0     vota vota 0    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Tunisi, 7 gen. - (Adnkronos/Aki) - La polizia tunisina ha arrestato un noto cantante rap tunisino che ha inciso una canzone molto critica nei confronti del presidente Zin el-Abidin Ben Ali. Secondo quanto riporta il quotidiano arabo 'al-Quds al-Arabi', la polizia ha compiuto ieri sera un blitz in un'abitazione di Sfax, considerata la seconda citt tunisina per importanza, a sud di Tunisi, facendo scattare le manette per Hamado Bin Omar, 22 anni, noto col nome d'arte de 'il Generale'.

Diplomato da poco, il cantante divenuto subito famoso nel suo paese per un suo pezzo, pubblicato anche sul portale 'Youtube', dal titolo 'Presidente del paese, il tuo popolo muore'. La canzone divenuta in poco tempo la colonna sonora della rivolta dei disoccupati di Sidi Bouzid, che si estesa in tutto il paese nord africano.

Nelle sue canzoni 'il Generale' si scaglia contro la corruzione in Tunisia e il suo governo, considerato responsabile della crisi economica in corso. Il suo rap anti-governativo conta quindi sul sostegno dei giovani tunisini, che dallo scorso 17 dicembre, giorno in cui un ambulante abusivo di Sidi Bouzid ha tentato il suicidio, scendono in piazza quasi ogni giorno per chiedere migliori condizioni di vita e nuove opportunit di lavoro.

Anche oggi disoccupati e studenti sono scesi in piazza. Secondo quanto riferisce la tv satellitare 'al-Jazeera', i funerali del giovane disoccupato di Sidi Bouzid (morto nella notte tra il 4 e il 5 gennaio) hanno ravvivato le proteste sociali. Nella giornata di ieri, migliaia di avvocati hanno aderito a uno sciopero della categoria indetto in tutte le citt della Tunisia contro il governo, mentre a Jbeniana, vicino Sfax (300 chilometri a sudest di Tunisi), la polizia ha disperso una manifestazione di liceali. Le forze di sicurezza sono intervenute anche a Tala, dove mercoled sera erano stati effettuati degli arresti. Per sedare queste rivolte il presidente tunisino, Zin el-Abidin Ben Ali, la scorsa settimana ha effettuato un rimpasto di governo e rimosso il governatore di Sidi Bouzid, dove si svolta la prima manifestazione di disoccupati.


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di Esteri
commenta commenta 0    invia    stampa   
ugc
2000snlp ha scritto (08/01/2011 - ore 06:59) segnala un abuso
ugc
Il ministro della gioventu' algerino ha chiesto di manifestare senza violenze. Arrestare un cantante non e' violenza da parte dello Stato? 2000snlp
ugc
ugc