Wikileaks: "Le feste dei reali sauditi? Un trionfo di alcol, prostitute e droga"

ultimo aggiornamento: 08 dicembre, ore 17:22
Londra - Cos i diplomatici americani descrivono le feste della famiglia reale saudita in contrasto con l'immagine diffusa nel mondo di un regno ultraconservatore. Julian Assange resta in carcere. Il sito: ''Le rivelazioni continueranno''


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 0    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Londra, 8 Dic. (Adnkronos/Ign) - Un trionfo di droghe, alcol e sesso: cos diplomatici americani descrivono le feste della famiglia reale saudita in contrasto con l'immagine diffusa nel mondo di un regno ultraconservatore. In un dispaccio riservato diffuso da 'Wikileaks' e rilanciato dal 'Guardian', funzionari del consolato di Gedda fanno il punto della festa di Halloween dello scorso anno organizzata da un principe della famiglia al-Thunayan.

Al party, secondo il documento in cui si sottolinea come vada tenuta segreta l'identit del principe, non mancavano liquori e prostitute. ''Il ben fornito bar del party era pieno di alcolici, nonostante siano severamente vietati dalle leggi e dalle tradizioni saudite - si legge nel cablogramma firmato dal console americano a Gedda, Martin Quinn - I baristi filippini servivano cocktail con il sadiqi, un liquore locale''.

In una mensola del bar, stando al dispaccio, erano in bella mostra bottiglie di liquori famosi, riempite di sadiqui. ''Si anche appreso tramite il passaparola che diverse ospiti erano di fatto 'prostitute', non comuni in queste feste - prosegue il documento destinato a creare non poco imbarazzo - Nonostante non se ne abbia testimonianza diretta in questo evento, l'uso di cocaina e hashish comune tra queste classi sociali''. Alla festa, si legge, partecipavano oltre 150 sauditi, tra uomini e donne, di et compresa tra i 20 e i 30 anni e la solitamente implacabile polizia religiosa stata costretta a chiudere un occhio sull'appuntamento. L'ingresso alla festa, secondo il documento, era controllato attraverso una lista di inviti fatta rispettare rigorosamente. ''La scena - si legge - sembrava quella di un nightclub ovunque nel mondo, fuori dal regno: alcol a volont, giovani coppie intente a danzare, un dj e tutti in costume''.


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di Esteri
commenta commenta 0    invia    stampa