Wikileaks: PayPall blocca il servizio per le donazioni, il sito viola regole

ultimo aggiornamento: 04 dicembre, ore 17:22

commenta commenta 0     vota vota 0    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Washington, 4 dic. (Adnkronos) - PayPall blocca i servizi forniti a Wikileaks. La societa' specializzata nei pagamenti online forniva al sito fondato da Julian Assange la possibilita' di finanziarsi attraverso le donazioni dei lettori. La decisione viene annunciata dopo che gia' Amazon e EasyDNS avevano fatto analoghi passi per slegarsi da Wikileaks. ''PayPal ha limitato in modo definitivo l'account usato da Wikileaks a causa di una violazione delle politiche aziendali secondo cui il nostro servizio di pagamento non puo' essere usato per alcuna attivita' che incoraggi, promuova, faciliti o istruisca altri a farlo, attivita' illecite'', si legge su un post pubblicato sul sito dell'azienda. Wikileaks denuncia che ''PayPall si e' arresta alle pressioni del governo americano''.


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
TAG
Wikileaks
tutte le notizie di Esteri
commenta commenta 0    invia    stampa