Verso le elezioni regionali

Bossi: "In Lombardia vinciamo noi" Formigoni: "Lega, non fare la zitella"

La newsletter quotidiana FORnews su Formigoni.itLa newsletter quotidiana FORnews su Formigoni.it
ultimo aggiornamento: 08 novembre, ore 15:16
Roma - (Adnkronos/Ign) - Il senatur: "Il governatore l'immagine di un sistema che sta cambiando". Ma lui insiste: "Centrodestra sia unito. Il Carroccio ha tradito i patti, ora sostenga Albertini" (FOTO). E dice: "Per le primarie si partir da Lazio, Lombardia e Molise"


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 0    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Roma, 8 nov. (Adnkronos/Ign) - "In Lombardia vinciamo noi". Lo ha detto Umberto Bossi, fiducioso sul risultato della Lega. "Formigoni - aggiunge poi, rispondendo alle domande dei cronisti - l'immagine di un sistema che sta cambiando".

Per il governatore uscente necessario che il centrodestra resti unito in vista delle regionali in Lombardia. "Lega, non fare la zitella", si legge nella newsletter quotidiana FORnews di Roberto Formigoni (FOTO). L'invito che intorno alla candidatura di Gabriele Albertini "si possa costituire uno schieramento ampio di moderati" e che anche la Lega "scelga non una corsa solitaria ma una convergenza ampia con la quale proseguire e innovare la nostra esperienza di buon governo".

''La candidatura di Albertini alla presidenza della Regione Lombardia - ribadisce il governatore della Lombardia lasciando via dell'Umilt - diventata la candidatura largamente maggioritaria all'interno del partito. Alfano d'accordo, ma se parliamo della Lombardia, si sono dichiarati per Albertini La Russa, Gelmini e tanti altri. Abbiamo anche raccolto adesioni di un mucchio di sindaci e segretari provinciali e cittadini. Noi lavoriamo perch il Pdl possa ufficializzare la candidatura di Albertini e lavoro affinch anche la Lega dia questo sostegno. Io non do per scontato che la Lega voglia correre da sola. Voglio parlare con i leghisti perch sentano che la porta dell'alleanza aperta''.

Il tema anche al centro della nuova puntata di Forcaff (il webeditoriale pubblicato su YouTube) dove Formigoni sostiene che la Lega "ha sbagliato, stata impaziente e non ha rispettato i patti: per la Lega i patti sono scritti sull'acqua. Se avesse aspettato, nel 2015 avremmo potuto darle la presidenza di Regione Lombardia, a patto che restituisse al Pdl le candidature di Veneto e Piemonte".

Il governatore lombardo dice di "conoscere i desideri della Lega Nord: eravamo pronti a discutere questo passo. Ha sbagliato, tradendo i patti, ma questa volta paga pegno". Non sar, dunque, Maroni il candidato del centrodestra: il candidato sar Albertini, ma "mi auguro - aggiunge Formigoni - che la Lega sappia meditare sugli errori fatti e appoggi Albertini, perch la sua candidatura quella pi forte. Sbagliare umano, perseverare diabolico anche in politica".

Il governatore, chedice di non aver deciso ancora sull'ipotesi di candidarsi o meno alle primarie del Pdl ("non so se oggi scioglier la riserva"), afferma che ''con tutta probabilit le prime regioni che partono per le primarie sono Lombardia, Lazio e Molise perch in questi tre territori con tutta probabilit si voter il 27 gennaio per il nuovo presidente della Regione. Quindi, le primarie pidielline si potrebbero tenere il 16 dicembre iniziando proprio da Lombardia, Lazio e Molise''.


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di Politica
commenta commenta 0    invia    stampa