Crisi, Letta: "Ripresa nel 2014 Giudicatemi a fine percorso"

Enrico Letta (Xinhua)  Enrico Letta (Xinhua)
ultimo aggiornamento: 10 novembre, ore 18:09
Roma - (Adnkronos/Ign) - Il presidente del Consiglio: "Sull'Imu abbiamo mantenuto gli impegni senza fare nuovi debiti. Coperture dagli anticipi banche e assicurazioni". Appello di Alfano a Berlusconi: sostenga governo anche se decade. Berlusconi cerca volti nuovi per la risorta Forza Italia, il 'casting' a villa Gernetto


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 0    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Roma, 10 nov. (Adnkronos/Ign) - "Mi sento come a chi stata data la responsabilit di guidare un aereo per una trasvolata transtalantica. Ora siamo sull'Oceano, dura ma c' un'unica possibilit, andare avanti e atterrare. Sar possibile alla fine dell'anno prossimo, il 2014, quando avremo debito e deficit che scendono e la crescita. Chiedo di essere giudicato al termine di quel periodo". Cos Enrico Letta, ospite di 'Domenica in' su Raiuno. Il presidente del Consiglio rivendica comunque il lavoro svolto finora dal governo.

"Quando abbiamo fatto l'accordo sul tema complessivo della casa l'avevo detto e ho mantenuto l'impegno. Non facile, stiamo parlando di una scelta fatta con l'obiettivo di non fare debito, noi abbiamo fatto scelte che costano ma servono agli italiani senza fare nuovi debiti - dice il premier-. L'Italia in passato ha fatto troppi debiti, motivo per cui non ho nessuna intenzione di essere su questo men che rigoroso".

Quanto alle coperture per il taglio della seconda rata Imu, Letta spiega che "saranno trovate, e indicate, attraverso anticipi sulle attivit finanziarie, bancarie e di assicurazione".

Sulla Legge di Stabilit, il premier ritiene che "la discussione parlamentare sar positiva" e assicura che "alcune cose saranno migliorate". Letta per sottolinea "che la manovra la prima dopo anni che non interviene su tagli alla spesa pensionistica, poco?".

Ma a minare la stabilit del governo ci sono anche le vicende giudiziarie di Berlusconi. "La discussione interna al Pdl rispettabile" ma "io devo lavorare per risolvere i problemi" del Paese, sottolinea Letta. "Tutti i partiti sono alle prese con discussioni interne molto complicate che rispetto, ma io so soltanto una cosa: devo affrontare i problemi e risolverli" ribadisce il premier aggiungendo che su Berlusconi "faranno una discussione dentro il Pdl, ma per me la cosa principale e far s che ci che abbiamo annunciati sia fatto".

Per quanto riguarda invece il dibattito all'interno del Pd, il presidente del Consiglio si dice certo che "il segretario che verr eletto sar leale con il governo".

Letta conferma infine che si pu arrivare all'abolizione del finanziamento pubblico ai partiti "entro l'autunno", come previsto. "Ci sono i tempi per farcela. Sar un segno di cambiamento vero perch un modo di dire ai cittadini che se vogliono sostenere i partiti possono farlo, altrimenti no".


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di Politica
commenta commenta 0    invia    stampa