Gelli: "C' troppa confusione, in Italia manca un uomo forte"

ultimo aggiornamento: 02 gennaio, ore 16:49
Roma - (Adnkronos) - Parla l'ex maestro venerabile della P2: "Cielo buio anche con monti, a settembre si torna a voto". E poi: "Astensionismo al 45%". Berlusconi? "Poteva tenere nascosta nuova fidanzata". Ogni settimana dovrebbe raccontare al popolo quello che ha fatto e vuole fare''


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 0    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Roma, 2 gen. (Adnkronos) - ''Sono nel mio studio, vedo il cielo molto buio. E' scuro. Molto. Anche se ci sono i monti. Oltre i monti, pero', bisogna vedere quello che ci sar...''. Licio Gelli, ex maestro Venerabile della Loggia P2, legge cosi' l'attuale situazione politica. ''Alle prossime elezioni -spiega Gelli all'Adnkronos- ci sar un grande astensionismo, una percentuale intorno al 40-45%. Prevedo che a settembre andremo a votare nuovamente...''.

''In questi giorni -fa notare il Venerabile- mi pare che all'estero, e soprattutto in Europa, l'Italia non sia stata nominata'', mentre sul fronte interno, ''ci sono troppe cose da pagare e tante ancora da fare. Monti ora promette di togliere le tasse, dopo averle create. C' una grande confusione e nessuna chiarezza''.

Per Gelli ''bisogna togliere dalle liste chi pregiudicato'', ma soprattutto ''manca all'Italia un uomo forte, con delle idee. Un uomo che prometta poco e mantenga molto. Ogni settimana dovrebbe raccontare al popolo quello che ha fatto e vuole fare''. L'ex Venerabile della P2 ne ha anche per il Cavaliere. ''Berlusconi -dice- ha delle questioni da sistemare. E poi, poteva tenere nascosta un altro po' la nuova fidanzata. Dal punto di vista affettivo deve riguardarsi...''.


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
TAG
Gelli
tutte le notizie di Politica
commenta commenta 0    invia    stampa