Ichino: ''Agenda premier anche 'mia'''

(Adnkronos)  (Adnkronos)
ultimo aggiornamento: 24 dicembre, ore 14:53
Roma - (Adnkronos) - Il senatore, pronto a guidare una lista che sostiene il premier in Lombardia, all'Adnkronos: "Molte tesi del 'manifesto' sono le stesse di un documento che ho presentato il 29 settembre scorso in un'assemblea pubblica''. Polemica via Twitter, ''dia una spiegazione''. La rinuncia alle primarie dei parlamentari. Dopo la conferenza di Monti, il Cavaliere sbotta da Giletti che lo stuzzica: ''Abituato alla D'Urso''. La replica: ''Ha tanto da imparare da lei'' (VIDEO 1 - 2)


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 0    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Roma, 24 dic. (Adnkronos) - Nessun 'mistero', come scrive Dagospia: l'Agenda Monti anche farina del sacco del senatore Pietro Ichino, che proprio oggi ha annunciato di essere pronto a guidare una lista che sostiene il premier dimissionario in Lombardia, perch, spiega, "la risposta negativa di Bersani al bellissimo discorso di Monti di ieri per me decisiva".

"Non c' nessun mistero, n alcun giallo: tutto stato fatto alla luce del sole. Molte delle tesi esposte nel 'manifesto' di Monti - dice Ichino all'Adnkronos - sono le stesse di un documento che ho presentato il 29 settembre scorso in un'assemblea pubblica e sottoscritto da diversi parlamentari del Pd. Per quel che riguarda il lavoro, ad esempio, il documento di Monti e il nostro, che si chiamava 'l'Agenda Monti al centro della prossima legislatura', sono praticamente sovrapponibili".

Matteo Orfini, responsabile cultura del Pd, su Twitter scrive: "Senza polemiche, ma penso che elettori e volontari delle primarie meritino una spiegazione". Orfini partecipa cos nel dibattito innescato dall'hashtag #scusatipietro, dedicato alla scelta di Ichino di lasciare il Pd.

Per il Coordinatore nazionale del Pdl, Sandro Bondi, "Monti ha confessato esplicitamente a Eugenio Scalfari che il suo obiettivo finale quello di siglare un'alleanza con la sinistra. Dietro questa scelta c' prima di tutto una cultura elitaria che disprezza il popolo e ritiene che la guida del popolo debba essere affidata alle avanguardie politiche o tecnocratiche".


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di Politica
commenta commenta 0    invia    stampa