Governo, Letta e i ministri hanno giurato al Quirinale

ultimo aggiornamento: 28 aprile, ore 16:50
Roma - (Adnkronos) - Con la formula di rito, il presidente del Consiglio ha giurato davanti a Napolitano. Dagli Usa gli auguri di Obama. Il presidente francese Hollande: "Insieme per crescita e occupazione". Ieri il vicesegretario del Pd ha sciolto la riserva e ha presentato la sua squadra: "Molti giovani e record di donne". Anticipato il primo Cdm in seguito alla sparatoria a Palazzo Chigi, nella quale sono rimasti feriti due carabinieri. Il gelataio di Letta: "Persona genuina" (VIDEO). La tabaccaia: "E' una persona che vale" (VIDEO)


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 0    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Roma, 28 apr. (Adnkronos) - Con la formula di rito, Enrico Letta ha giurato al Quirinale davanti al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. E' presidente del Consiglio. Subito dopo Letta, stata la volta di tutti i ministri.

Colori sobri, adatti alla circostanza, per i 21 nuovi ministri, che hanno preso posto nel Salone delle Feste per la cerimonia del giuramento. Gli uomini sono tutti rigorosamente in abito scuro, mentre tra le donne spicca la giacca rossa del nuovo capo della diplomazia italiana Emma Bonino. Giacca e pantaloni viola per il neo ministro dell'Integrazione Cecile Kyenge; total black per il neo Guardasigilli Anna Maria Cancellieri. Giacca nera e pantaloni grigi per Josefa Idem, completi scuri per Beatrice Lorenzin e Nunzia De Girolamo.

Al lato delle 'sedie ministeriali' siede anche signora Clio, con una elegante giacca verde acquamarina e pantaloni scuri. Vicino a lei anche il figlio della Repubblica Giulio Napolitano.

Dopo la cerimonia, alcuni ministri hanno lasciato il Quirinale. Alcuni esponenti del nuovo governo sono rimasti a colloquio con il Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, dopo la sparatoria davanti Palazzo Chigi. Al Colle non c' stata alcuna disposizione per non far uscire i ministri, ma con ogni probabilit di quanto accaduto gli esponenti del governo ne hanno parlato con il presidente della Repubblica.

All'uscita dal Quirinale, il presidente del Consiglio Enrico Letta stato salutato da un picchetto d'onore schierato nel cortile interno. A rompere il protocollo, per, un gruppo di turisti in fila in attesa di visitare le sale interne del Palazzo che oggi, come accade ogni tanto di domenica, aperto al pubblico. Alla vista del neo premier, scattato subito un applauso fragoroso.

In apertura della prima riunione del Consiglio dei ministri, anticipato in seguito alla sparatoria, il premier Enrico Letta ha "rivolto un ringraziamento particolare al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, un saluto al senatore Mario Monti, presidente del Consiglio uscente, nonch auguri di buon lavoro a tutti i ministri".

Letta ha poi proposto la nomina a sottosegretario alla presidenza del Consiglio di Filippo Patroni Griffi e "il Consiglio ha collegialmente condiviso la scelta del presidente Letta", sottolinea ancora palazzo Chigi. Il Cdm poi servito, dopo il giuramento dello stesso Patroni Griffi, ad assegnare ad Angelino Alfano le funzioni di vice presidente e conferire le deleghe ai ministri senza portafoglio.


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di Politica
commenta commenta 0    invia    stampa