Pd, Prodi: "Non voter alle primarie" E scoppia lo scontro sull'adesione al Pse

ultimo aggiornamento: 10 novembre, ore 11:39
Milano - (Adnkronos) - L'ex premier in vista del voto dell'8 dicembre per scegliere il candidato Pd spiega che non parteciper perch "ho deciso di ritirarmi dalla vita politica". Dopo l'annuncio di Epifani sul congresso del Partito socialista europeo a Roma, arriva l'altol dell'area cattolica. Castagnetti: "Mai deliberato di aderire al Pse". Fioroni: "Blitz grave che annulla il partito"


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 0    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Milano, 9 nov. (Adnkronos) - "Non voter alle primarie. Non per polemica ma ho deciso di ritirarmi dalla vita politica. Non sono un uomo qualunque, se voto alle primarie devo dire per chi, come e in che modo". Lo annuncia Romano Prodi in una intervista a Telereggio in vista delle primarie del prossimo 8 dicembre. "Mi auguro che in tanti vadano a votare, per io credo che sia un bene ormai, avendo fatto un passo indietro, che mi mantenga nella mia coerente posizione", ha aggiunto l'ex premier.

Intanto a Milano, dove si teneva un'iniziativa del candidato Gianni Cuperlo scoppiato lo scontro tra le due anime del Pd sull'adesione al Partito socialista europeo.

"Tra febbraio e marzo avremo l'onore di organizzare a Roma, per la prima volta, il congresso del Pse", ha annunciato il segretario del Pd, Guglielmo Epifani.

Ma a stretto giro arrivato l'alt di Pierluigi Castagnetti che su Twitter ha puntualizzato: "Con tutto il rispetto di Epifani che fa un lavoro difficilissimo: non mi pare che il Pd abbia mai deliberato di aderire al Pse".

E Beppe Fioroni sempre dal microblogging rincara la dose: "Organizziamo il congresso del Pse perch siamo un'agenzia di grandi eventi? Chi lo ha deciso, quando e dove? E' una mutazione". "Epifani sa che cos viene meno l'atto fondativo del Pd, lo scioglimento della Margherita annullato di fatto perch la non adesione al Pse era una clausola risolutiva", prosegue l'esponente del Pd sottolineando che l'adesione al Pse "non e' nella disponibilit del Pd che ha recepito l'atto di scioglimento subordinato della Margherita, un atto grave che muta geneticamente il Pd". Fioroni ammonisce: "Riflettete prima di farlo, un blitz pericoloso e grave che annulla il partito di centrosinistra per farlo diventare di sinistra. Un errore gravissimo".

Ma a Castagnetti e Fioroni, a distanza replica Vannino Chiti: "La scelta di tenere a Roma il congresso del Pse giusta e importante. Tutti i candidati alla segreteria propongono l'adesione al Pse: almeno questa decisione comune e condivisa. Non di poco conto. Stupisce che qualcuno sembri non essersene accorto - prosegue Chiti -. Non il tempo di stare da soli in Europa n alle elezioni per il Parlamento Europeo n dopo. Questo parziale autoisolamento durato anche troppo. Noi siamo una sinistra plurale - conclude Chiti - e la nostra collocazione non pu che essere con chiarezza con i socialisti e i progressisti europei''.


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di Politica
commenta commenta 0    invia    stampa