Civati-Cuperlo-Renzi, il confronto in tv tra patrimoniale, gay e spending review

ultimo aggiornamento: 30 novembre, ore 15:56
Milano - (Adnkronos) - Faccia a faccia senza veleni su Sky Tg24 tra i candidati delle primarie. Oltre 2,5 mln di spettatori per Confronto candidati primarie.I tre si dividono sul governo Letta. Il sindaco di Firenze assicura sostegno e invita a riflettere sulle privatizzazioni. Cuperlo lo promuove e invita il governo a mettere al centro il lavoro. Civati lo boccia e dice: cambiare subito la legge elettorale. In sala circa 600 persone. Le primarie l'8 dicembre, alla Convenzione il sindaco di Firenze al governo: "Letta, usa le nostre idee"


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 0    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Milano, 29 nov. (Adnkronos) - Sono entrati brevemente in scena prima dell'inizio del dibattito alla X Factor Arena di Milano Gianni Cuperlo, Matteo Renzi e Giuseppe Civati per una foto di rito. I tre candidati alle primarie del Pd si sfidano con grande eleganza. Tutti e tre indossano abito scuro e cravatta: fucsia per Civati, viola per Cuperlo e nera per Renzi. Gli sfidanti sono stati accolti da un lungo applauso del pubblico in sala, che conta circa 600 persone.

Primo punto del dibattito, il governo. Per Gianni Cuperlo "non ci sono pi alibi: deve cambiare passo, cambiare rotta e mettere al centro il dramma del Paese che attraversa la crisi pi drammatica della sua intera storia". "Servono azioni mirate e mettere al primo posto il lavoro", aggiunge. Sulle privatizzazioni chiaro: "Non che tutto quel che pubblico negativo. E' sbagliato dare questa idea".

Un partito che ha dei limiti ma che "una grande forza popolare", dice Cuperlo riferendosi al Pd. "Quello che successo a livello locale il frutto di un partito che ha smarrito il senso della comunit". Quanto ai numeri delle primarie, Cuperlo si augura almeno 2 milioni ai gazebo.

Mentre per Matteo Renzi, "il governo siamo noi" . Per il sindaco di Firenze sono tre i punti: abbattere i costi della politica, "2 miliardi e mezzo", con le riforme e la legge elettorale per un risparmio di 1 miliardo, poche regole per il lavoro e "ridare un minimo di speranza agli italiani". Poi una battuta su Berlusconi: "Adesso ci sono due opposizioni: Grillo e Berlusconi. Berlusconi non sa governare ma sa fare bene l'opposizione e campagna elettorale. Ha sette vite come i gatti".

Capitolo privatizzazioni, Renzi deciso: "Se diamo il via il tre per cento dell'Eni facciamo cassa imediata, ma non facciamo l'operazione migliore per il Paese". E poi aggiunge: "La privatizzazione dell'Eni fatta cosi' e' sbagliata, Ansaldo Energia non va data alla Cdp ma ai coreani. Io non ho paura di privatizzazioni serie". La sinistra sulle privatizzazioni "si deve far perdonare molte cose. Con i capitani coraggiosi ha perso la faccia di sinistra". L'8 dicembre, prevede Renzi, a votare saranno "due milioni di persone". "Spero di prendere il 51%", aggiunge il sindaco di Firenze.

Per Pippo Civati, la priorit la legge elettorale: "Dobbiamo cambiarla subito e tornare al voto in primavera". Mentre per tornare a vincere, per Civati serve "una ricetta politica che dia orgoglio ad un grande partito come il nostro che pu avere una grande affermazione elettorale, recuperando l'alleanza con Sel. Abbiamo perso 3 o 4 milioni di voti, dobbiamo riprenderli". Ottimista sul numero di persone che parteciperanno alle primarie: "Tre milioni di elettori alle primarie". "Faremo il porta a porta per convincere le persone ad andate a votare, avremo gli 'spingitori' di primarie".

Parlando di patrimoniale, secondo Renzi giusto che chi ha di pi debba dare di pi, "ma prima dobbiamo dare il buon esempio noi". D'accordo Civati secondo il quale per bisogna fare prima l'anagrafe di patrimoni: "La tassazione deve essere progressiva". Netto Cuperlo: "E' giusto avere una patrimoniale in un Paese che soffre come l'Italia. Non per colpire la ricchezza ma per redistribuirla.

Su affidi, adozioni e unioni civili delle coppie gay, se Civati per l'assoluta uguaglianza, per i matrimoni ugualitari ("Non voglio reticenze, n imbarazzi. Sono favorevole anche ad affidi e adozioni"), Cuperlo dice: "Io penso che non dobbiamo avere paura delle parole, ma amare le persone. La questione delle adozioni complessa, va discussa in maniera pi approfondita. Per Renzi si parla tanto, poi si va in Parlamento e si devono presentare gli atti. Non impantaniamoci in discussioni sul matrimonio, altrimenti non si fa nulla nemmeno stavolta. Io sono per la civil partnership, perch passi la legge sull'omofobia, e la step child adoption".


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
TAG
Pd
tutte le notizie di Politica
commenta commenta 0    invia    stampa