Promossa dalla Fondazione Foedus

Pivetti e Baccini presentano la Scuola di politica 'Gianluigi Marrone'

ultimo aggiornamento: 09 maggio, ore 18:20
Roma - (Adnkronos) - L'ex presidente della Camera, ospite del Palazzo dell'Informazione dell'Adnkronos: ''La scuola una visione di libert e un laboratorio di pensiero''. Il presidente dei Cristiano popolari del Pdl: ''Vogliamo cominciare a riscoprire il valore della nostra Carta costituzionale''


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 0    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Roma, 9 mag. (Adnkronos) - ''Una visione di libert e un laboratorio di pensiero''. Irene Pivetti, ospite del Palazzo dell'Informazione dell'Adnkronos, presenta cos la Scuola di politica 'Gianluigi Marrone', promossa dalla Fondazione Foedus, presieduta da Mario Baccini, e dalla LTBF, fondazione presieduta da Irene Pivetti. Logo della Scuola, la testa di una donna che ha per chioma i seggi parlamentari, a sottolineare il bisogno del punto di vista femminile in politica. Il corso consiste in dieci lezioni a cadenza mensile, da maggio 2013 a marzo 2014. Ciascuna lezione sar dedicata all'analisi di alcuni dei principi fondamentali della Costituzione italiana.

La Scuola di formazione politica, nata per sostenere una maggiore rappresentanza di genere in politica, ''vuole essere un luogo di riflessione fuori dagli schemi - rimarca l'ex presidente della Camera - per andare alle radici della politica e riscoprirsi cittadini. ''Insieme - prosegue - 'militiamo' per una cittadinanza consapevole, che nasce anzitutto dalla conoscenza e dai valori della Costituzione''. Per questo, annuncia Pivetti, nel ciclo delle lezioni sono previsti speciali focus sulla Costituzione e approfondimenti sulle donne nella Costituente. ''Esiste un punto di vista delle donne sulla Politica e le istituzioni - sottolinea ancora Pivetti - e questo sguardo al femminile deve emergere nella politica italiana come qualcosa di nuovo che pu portare a soluzioni innovative di problemi annosi''.

La Scuola di formazione politica ''vuole offrire a tutte le donne con la passione per la politica e la volont di impegnarsi, gli strumenti per poter intraprendere questo difficile ma entusiasmante percorso. Capire la Politica, diventandone protagonisti, un diritto di ogni cittadino''. L'auspicio che'' tutti i parlamentari esprimano al meglio la responsabilit ricevuta dagli elettori''. Intanto ci sar un nuovo osservatorio a monitorare il 'Palazzo' e a ricordare che ''il linguaggio della politica deve essere chiaro e vero, perch la sostanza del rapporto con gli elettori''.

La Fondazione Foedus e LTBF hanno deciso di sostenere l'iniziativa Scuola di Formazione politica 'Gianluigi Marrone' e di sfruttare i nuovi canali mediatici per coinvolgere tutte quelle intelligenze che vogliano confrontarsi sui temi della Carta costituzionale. In diretta streaming per dieci lezioni a cadenza mensile, Irene Pivetti - impegnatasi alle scorse regionali nel Lazio proprio nelle fila dei Cristiano popolari di Baccini - aprir un dibattito sulla Costituzione. La scuola, dedicata a Gianluigi Marrone, capo segreteria della presidenza della Camera dei Deputati e giudice unico del Vaticano, nasce "dalla profonda convinzione che sempre pi le donne possano, anzi debbano, impegnarsi in prima persona nella vita politica dell'Italia".

"L'Italia - sostiene la Pivetti - deve ripartire e le donne devono essere sempre pi protagoniste in questa fase di ricostruzione". Dello stesso avviso il presidente della Foedus, Baccini. "Le donne - dice il presidente dei Cristiano popolari del Pdl - hanno capacit e strumenti per ricoprire ruoli di primo piano nella politica del Paese. Pi volte ho affermato che non vedrei nulla di male se una donna cattolica divenisse capo dello Stato. Da oggi vogliamo cominciare a riscoprire il valore della nostra Carta costituzionale con tutte le amiche e gli amici che vorranno con noi aprire un dialogo''.

''Ripartiamo dalle donne - rimarca Baccini - attraverso la condivisione di idee e ripartiamo dalla buona politica per il Paese. La nostra Fondazione, la Foedus, si occupa di creare sinergie tra cultura, solidariet e impresa a vantaggio del bene comune, la politica per noi questo. Questa Scuola un percorso: scienza e conoscenza per metterci a servizio delle istituzioni e del Paese''. Il prossimo appuntamento per il 6 giugno. Al centro dei lavori, i temi della rappresentanza. Il tema sar: 'Fondata sul lavoro'.


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di Politica
commenta commenta 0    invia    stampa