Al Tg1: "Ricominciamo a guardare al futuro"

Stabilit, Letta: "Abbassate le tasse Service tax meno di Imu e Tares"

Enrico Letta (Xinhua)  Enrico Letta (Xinhua)
ultimo aggiornamento: 18 ottobre, ore 21:23
Roma - (Adnkronos/Ign) - Il presidente del Consiglio: "Per la prima volta non tocca la sanit". E aggiunge: "Quella sui 14 euro una polemica inventata. Il Parlamento decider come utilizzare i 5 miliardi del cuneo fiscale". Sulle fibrillazioni in maggioranza: "Abituato all'instabilit. Parler con Monti e Fassina e poi saremo pi forti". Napolitano difende la manovra. Il premier conclude il viaggio negli Usa


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 0    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Roma, 18 ott. (Adnkronos/Ign) - "Ormai sono abituato a convivere con l'instabilit, ma lo faccio perch voglio semplicemente che ci sia un governo funzionante che riesce ad affrontare le tante questioni che abbiamo davanti. Parler con Monti, parler con Fassina, ma sono convinto che saranno questioni che ci consentiranno di essere poi pi forti". Lo dice il presidente del Consiglio, Enrico Letta, intervistato dal direttore del Tg 1 Mario Orfeo.

Il premier difende poi la manovra. E, rispondendo alle critiche, fa osservare che "questa una legge di stabilit che per la prima volta non tocca la sanit, mette degli investimenti sociali e soprattutto riduce le tasse".

"Questa -rivendica- una legge di stabilit che per la prima volta abbassa il debito, abbassa il deficit, abbassa la spesa primaria e abbassa un po' di tasse per lavoratori ed imprese, soprattutto le imprese che vogliono fare occupazione e che vogliono trasformare i contratti a tempo determinato in contratti a tempo indeterminato. Aiuta i Comuni allentando il Patto di stabilit, insomma si ricomincia a guardare al futuro".

Ribadisce poi che "la service tax sar, come si sempre detto, molto meno della somma di Imu e Tares". E quella "sui 14 euro" di aumento in busta paga grazie al taglio del cuneo fiscale " una polemica completamente inventata", perch questa cifra non nella legge di stabilit.

"Noi - spiega Letta - abbiamo messo a disposizione 5 miliardi di euro in tre anni di riduzione di tasse per i lavoratori. Il Parlamento e le parti sociali decideranno come utilizzare questi 5 miliardi di euro e io mi auguro che li utilizzino al meglio, per far s che il beneficio fiscale vada a chi ha pi bisogno, penso ad esempio alle famiglie con pi figli".

Il premier punta a una "politica pi credibile". "Sembrava impossibile", dice, arrivare all'approvazione della legge che modifica il finanziamento ai partiti, "per" alla Camera " successo e io rivendico il fatto che si possono fare riforme che immettano trasparenza e rendano, spero, la politica pi credibile".

Congresso del Pd. "Non temo" che una leadership forte del Pd possa condizionare il governo, spiega Letta, "anzi spero che ci sia forte impegno, forte leadership, perch i problemi sono complicati" e "abbiamo bisogno di leadership forti, di partiti coesi e di un governo come il nostro, che nonostante difficolt e instabilit ha voglia di affrontare i problemi per come sono e, soprattutto, di mettere in campo le soluzioni".

Immigrati. ''Dalla Slovenia arrivato oggi in materia di immigrazione un gesto esemplare di condivisione delle responsabilit in Europa. Ringrazio il primo ministro Alenka Bratusek e tutto il suo governo - afferma Letta - per la disponibilit a partecipare, con una nave, all'operazione 'mare nostrum'. L'Europa dei popoli si promuove anche cos: costruendo insieme risposte comuni a problemi che riguardano non un Paese solo, ma tutta l'Unione. E' con lo stesso spirito di concreta collaborazione dimostrato dalla Slovenia che mi auguro che il consiglio europeo del 24 e 25 ottobre affronti il tema immigrazione''.


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di Politica
commenta commenta 0    invia    stampa