Cinema: Bellocchio, l'Analisi collettiva mi ha reso piu' libero

ultimo aggiornamento: 12 maggio, ore 15:09

commenta commenta 0     vota vota 0    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Roma, 12 mag. - (Adnkronos) - "L'esperienza che va da Diavolo in corpo fino al Sogno della farfalla mi ha reso piu' libero". In un'intervista a 'Left' domani in edicola, Marco Bellocchio che la Mostra del cinema di Venezia premia con il Leone d'oro alla carriera, commenta in modo positivo "l'avventura, che e' durata molto a lungo, dell'Analisi collettiva con lo psichiatra Massimo Fagioli".

"In 46 anni come regista ci sono state tante tappe: dal manicomio della famiglia, all'utopia politica. Per poi arrivare ad un momento in cui mi sono chiesto chi ero", ricorda il maestro piacentino. "Se consideriamo pellicole come I pugni intasca, Salto nel vuoto e Diavolo in corpo, ci si accorge della profonda differenza che intercorre tra di loro", afferma Bellocchio. "Diavolo in corpo e' sicuramente il film piu' importante - aggiunge-. E' come se condensasse tutto. Come se fosse il film di svolta. In un tempo relativamente breve, meno di un anno, durante il quale e' stato realizzato, io vivevo una crisi che riguardava sia il mio essere artista, che essere uomo. Fu un film diverso perche' per buona parte delle riprese ci fu la presenza di Fagioli e in quella collaborazione sul set sono accadute molte cose, che hanno riguardato il mio modo di pormi davanti all'attore, all'attrice, alla donna e che mi hanno fatto cambiare anche la tecnica".

E' come se lo sguardo, spiega Bellocchio, e il pensiero "fossero stati cambiati da questa esperienza. E questo mi ha portato a guardare e a girare in modo diverso rispetto al passato e ad avere anche il coraggio di affrontare certe situazioni". E' stata una lunga marcia "tipica di chi va a curarsi", conclude Bellocchio che di Bernardo Bertolucci, a cui Cannes ha consegnato la Palma d'oro alla carriera, dice: "Abbiamo due sensibilita' diverse. Siamo gli ultimi di una generazione che ha vissuto la politica in un certo modo. Poi, con la psicoanalisi, lui ha preso una strada e io un'altra".


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
TAG
Cinema
tutte le notizie di Spettacolo
commenta commenta 0    invia    stampa