Cinema: Camilleri, 'La scomparsa di Pato'' amore a prima vista per Mortelliti

ultimo aggiornamento: 20 febbraio, ore 18:08

commenta commenta 0     vota vota 0    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Roma, 20 feb. (Adnkronos) - "Quando usci' il libro Rocco se ne innamoro' immediatamente. E mi disse lo voglio fare al cinema. Io gli risposi: fallo se ne hai la possibilita'. Quindi da parte sua fu un innamoramento a prima vista. Guardate che io ci ho messo mano pochissimo. Cosi' come metto mano pochissimo nelle altre sceneggiature". E' con queste parole che Andrea Camilleri, il papa' di Salvo Montalbano, ha presentato oggi a Roma il film 'La scomparsa di Pato'' che approda sul grande schermo da venerdi' prossimo. Tratto dall'omonimo romanzo dello scrittore siciliano pubblicato da Mondadori nel 2000, il film si avvale della regia di Rocco Mortelliti ed e' interpretato nel ruolo di Pato' da Neri Marcore'.

Ad essere rappresentato e' un quadro sorprendente della Sicilia di fine secolo, ma anche dell'Italia intera. Vizi, virtu', piccole e grandi invidie che macchiano la vita di una citta' di provincia, Vigata, nella Sicilia rurale del 1890. E su tutto il destino di Antonio Pato', il direttore della sede locale della banca Trinacria, inghiottito dal nulla senza lasciare tracce.

Prodotto da '13 Dicembre' in collaborazione con Rai Cinema, il film, per la regia di Rocco Mortellie' interpretato da un cast di tutto rispetto che comprende Nino Frassica, Maurizio Casagrande, Simona Marchini e Roberto Herlitzka. La sceneggiatura, scritta da Rocco Mortelliti, Maurizio Nichetti e Camilleri, ricostruisce in chiave cinematografica la scomparsa di Pato', avvenuta durante il 'Mortorio', cioe' la Passione di Cristo, cui la citta' di Vigata da' vita durante il Venerdi' Santo, del 1890.


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di Spettacolo
commenta commenta 0    invia    stampa