Cinema: al Palladium di Roma un convegno indaga l'energia della settima arte

ultimo aggiornamento: 10 dicembre, ore 14:01

commenta commenta 0     vota vota 0    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Roma, 10 dic. (Adnkronos) - Mutamenti e tendenze nel cinema e nelle arti, dall'elettronica al digitale passando per la rete, sono al centro del Convegno internazionale in corso al Teatro Palladium di Roma da ieri. Il convegno che si chiudera' domani e' incentrato sul rapporto tra 'Cinema & Energia', e' organizzato dal Dipartimento Comunicazione e Spettacolo dell'Universita' Roma Tre, diretto da Giorgio De Vincenti, e si rivela un'occasione preziosa per informarsi sui linguaggi meno convenzionali e sulle nuove frontiere dell'arte: esplorando il tema dell'energia a livello planetario. Dalla videoarte alla scienza, fino al cambiamento climatico.

''Affrontare il tema dell'energia - dice Giorgio De Vincenti, curatore dell'evento con Marco Maria Gazzano - significa convocare sofisticate e differenti competenze presenti in campi del sapere che abitualmente non dialogano tra loro e attendersi, dal loro incontro, indicazioni per una governance statuale e globale all'altezza dei problemi del pianeta''.

Dall'omaggio a Gianni Toti e alle sue VideoPoemOpere legate allo sguardo sull'immaginario scientifico, fino alla performer e film-maker newyorkese Amy Greenfield passando per il teknoartista Giacomo Verde, il fotografo e critico newyorkese Robert Haller, il fisico inglese Mark Buchanan, e l'astrofisico Paolo De Bernardis, il sociologo svizzero Dirk Helbing e l'epistemologo brasiliano Francisco Ortega sono alcune delle autorevoli voci internazionali (dal mondo universitario a Eutelsat e Slow Food) di artisti e scienziati che si confrontano nel simposio.


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
TAG
palladium
tutte le notizie di Spettacolo
commenta commenta 0    invia    stampa