Il Valle resta occupato. Sul palco sfilano Valeri, Sabina Guzzanti e Santamaria

ultimo aggiornamento: 16 giugno, ore 18:04
Roma - (Adnkronos) - I lavoratori che chiedono ''completa trasparenza sulla copertura economica prevista dal bilancio di Alemanno e la garanzia che i fondi per il teatro Valle non vengano sottratti ad altri teatri di Roma''. Il Valle passa dal Mibac a Roma Capitale. Gasperini: ''Il teatro resta pubblico''


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 0    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Roma, 16 giu. - (Adnkronos) - Il Teatro Valle resta occupato. Lo hanno deciso i lavoratori dello spettacolo che da marted scorso si trovano all'nterno dello storico teatro romano. Siamo ''a conoscenza delle scelte istituzionali sul futuro'' del Valle, ''formalizzate ieri dal ministero dei Beni Culturali e dal Comune di Roma'', dicono i lavoratori, ma non siamo ''n rassicurati, n soddisfatti'', e chiediamo di ''conoscere il progetto artistico''.

Artisti e maestranze chiedono ''completa trasparenza sulla copertura economica prevista dal bilancio di Alemanno e la garanzia che i fondi per il teatro Valle non vengano sottratti ad altri teatri di Roma''. ''Ci hanno proposto di sederci intorno a un tavolo. Ma noi - aggiungono gli occupanti - non vogliamo risolvere la questione contrattando frettolosamente con i tempi imposti dall'amministrazione: la proposta sul futuro del teatro dev'essere il pi largamente condivisa e frutto di un lavoro assembleare che si sta svolgendo in questi giorni all'interno del Valle''.

''L'enorme partecipazione - prosegue il comunicato degli occupanti - e la solidariet del mondo delle arti visive, del cinema, della danza, dell'universit ci spinge a sollevare un malessere condiviso dai lavoratori di tutti i settori della cultura a livello non solo territoriale ma nazionale''.

''Gli unici tavoli che ci rappresentano sono le tavole del palcoscenico. E non solo quelle di questo teatro. La nostra lotta non riguarda solo le sorti del teatro Valle, ma mette in discussione le politiche culturali che da anni massacrano il nostro settore. Anche noi - concludono - insieme a Andrea Camilleri invochiamo una rivolta culturale. E che sia contagiosa!''.

E stasera dalle 20 sul palco del Valle si alterneranno, fra gli altri, Franca Valeri, Giovanna Marini, Francesca Reggiani, Claudio Santamaria e Sabina Guzzanti. Tra le adesioni di domani ci sono quelle di Rocco Papaleo, Filippo Timi e Riccardo Caporossi.


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di Spettacolo
commenta commenta 0    invia    stampa