'Italia in 4D', Lucarelli racconta 40 anni tra costume e vita quotidiana

ultimo aggiornamento: 25 ottobre, ore 15:15
Roma - (Adnkronos) - Su Rai Storia torna, da venerd 25 ottobre alle 21.30, la nuova serie condotta quest'anno dallo scrittore: ''Io sar soltanto un narratore: metter in fila i fatti e poi mi fermer lasciando al cittadino la possibilit di trarre le conclusioni''


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 0    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Roma, 22 ott. (Adnkronos) - Quattro decenni di storia italiana raccontati attraverso "il costume e la vita quotidiana". Vicende politiche, sociali e culturali che ricostruiscono il lungo percorso compiuto dall'Italia, dal dopoguerra fino agli anni '80. Un viaggio che recupera, grazie al materiale d'archivio delle Teche Rai, personaggi e questioni politiche che sembrano lontane ma che, in realt, sono ancora aperte. Come ad esempio il finanziamento pubblico ai partiti politici, tema in discussione decenni fa e ancora attuale. Su Rai Storia torna, da venerd 25 ottobre alle 21.30, la nuova serie di 'Italia in 4D', condotta quest'anno dallo scrittore Carlo Lucarelli.

Al centro del programma, che si articola in 40 puntate, c' dunque il racconto di quattro decenni cruciali per il cambiamento del nostro Paese: gli anni '50, i '60, i '70 e gli anni '80. Un itinerario che ripercorre "tante piccole storie che ci fanno scoprire come, nel passato, eravamo molto pi teneri. Ora - spiega Lucarelli - siamo pi cattivi, arrabbiati e feroci. Dobbiamo tenere conto che esiste un'ansia di vendetta. Per questo necessario fare attenzione, anche se ce la siamo sempre cavata e spero che ce la caveremo anche ora. Descriviamo - continua lo scrittore - il nostro passato tramite il costume e la vita quotidiana. Io sar soltanto un narratore: metter in fila i fatti e poi mi fermer lasciando al cittadino la possibilit di trarre le conclusioni".

Lucarelli partir da un caso che ha suscitato interesse e attenzione. Nella prima puntata intitolata 'Spudorata Italia', lo scrittore guider i telespettatori tra scandali, censure, infrazioni al pubblico pudore che hanno segnato i primi quattro decenni dell'et repubblicana. In particolare, Lucarelli partir dallo scandalo che coinvolse, negli anni '50, l'attrice di Rivista Gilda Marino.

"Diamo spazio e attenzione alla storia minore. Speriamo - afferma Silvia Calandrelli, direttore Rai Educational - che il viaggio negli errori del passato possa essere d'aiuto per il nostro presente. Questo programma uno strumento per fare in modo che gli errori non si ripetano". Per il direttore di Rai Educational, infatti, "rintracciando il nostro passato raccontiamo anche il nostro presente. Spesso il nostro un Paese che ripete gli stessi errori e non migliora. Basta considerare la gestione del nostro patrimonio culturale che rappresentava, e rappresenta, ancora un'emergenza. E Pompei un caso-simbolo".

Il programma offrir due speciali che verranno proposti nel 2014. Il primo sar dedicato, il prossimo gennaio, alla storia della Rai in occasione dei 60 anni del Servizio Pubblico. Il secondo, invece, sar dedicato all'Europa, in prossimit del semestre di presidenza della Ue. A luglio 'Italia in 4D' diventer 'Europa in 4D', e descriver le vicende pi significative che hanno caratterizzato il Vecchio Continente.

Con la nuova serie di 'Italia in 4 D' continua il racconto che Rai Storia sta realizzando sul nostro Paese. Un vero e proprio itinerario tra presente e passato, gi iniziato con 'Viaggio nell'Italia che cambia' di Edoardo Camurri, e che ora prosegue con 'Italia in 4D'. "Nel programma di Camurri - sottolinea Calandrelli - mettiamo in evidenza il nostro presente, mentre con quello di Lucarelli diamo vita a un viaggio nel passato che ha degli echi nella contemporaneit. Rai Storia si concentra sul racconto dell'Italia di ieri e di oggi. Stiamo inoltre preparando - anticipa Calandrelli - un progetto sulla Grande Guerra che andr in onda nel 2014, sempre con Lucarelli". Lo scrittore, intanto, sta lavorando "a una nuova stagione sui misteri d'Italia che sar proposta, sempre su Rai3, nel 2014".


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di Spettacolo
commenta commenta 0    invia    stampa