Musica: Goran Kuzminac, arriva il nuovo album 'Fiato'

ultimo aggiornamento: 16 aprile, ore 20:28

commenta commenta 0     vota vota 0    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Roma, 16 apr. (Adnkronos) - Goran Kuzminac e' uno di quegli artisti che il tempo ha migliorato artisticamente, che continua la sua strada di cantautore pubblicando dischi belli e coerenti come il nuovo 'Fiato' (su etichetta NemaProblema/distribuzione Egea Music), che esce a cinque anni dall'altro progetto di inediti, 'Dio suona la chitarra'. Serbo di nascita (Belgrado, 1953) e di famiglia, italiano di adozione e letteralmente apolide per convinzione (continua a vivere tra il nord e il sud della nostra Penisola), Goran Kuzminac ha una storia musicale che comincia alla meta' degli anni '70 - che passa per alcune hit come 'Ehi ci stai!', 'Stasera l'aria e' fresca' - e arriva ad oggi, senza compromessi.

La qualita' acustica del nuovo 'Fiato' e' quella di tutti gli altri suoi album, cosi' come la capacita' di creare, con la sua indiscussa tecnica chitarristica, il suono inconfondibile e intatto di Kuzminac: il ''tocco folk e blues'' predominante e' accompagnato e impreziosito da un'attenzione particolare alla voce e al respiro: al 'Fiato', appunto. Le tredici tracce che compongono il disco sono eseguite, infatti, tutte un tono sotto la sua normale tonalita', in modo da porre proprio l'accento sul 'cantato' di storie minimaliste che non hanno tempo e riferimenti, dove e' bene 'entrare in silenzio' per ascoltarle e non uscirne piu'.

Realizzato in quasi due anni di lavoro, il disco spazia dal folk alla musica d'autore; al blues con qualche accenno di archi e fiati; dal 'passaggio di una banda' alle atmosfere jazz. Pur non presentandosi come un 'concept album', 'Fiato' racconta ''l'amore carnale e appassionato, ovvero il motore generale del mondo'', come ama definirlo Goran, ''il vero leit motiv che unisce tutti i brani''. "Musicalmente -conclude l'autore- e' un orologio di precisione per tutti coloro che sanno apprezzare la musica acustica sentita e suonata, nota per nota, con cervello, nervi e sudore''.


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di Spettacolo
commenta commenta 0    invia    stampa