Patto stabilit, De Filippo: ''Fuori fondi petrolio e terremoto''

Il presidente della Regione Basilicata, Vito De FilippoIl presidente della Regione Basilicata, Vito De Filippo
ultimo aggiornamento: 08 marzo, ore 20:54
Potenza - (Adnkronos) - Lettera del presidente della Regione al presidente del Consiglio dei ministri per un intervento sui vincoli del Patto


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 6    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Potenza, 8 mar. - (Adnkronos) - In una lettera inviata al presidente del Consiglio dei Ministri, Mario Monti, il presidente della Regione Basilicata Vito De Filippo ha chiesto di intervenire sui vincoli del Patto di stabilita' ''consentendo all'Amministrazione regionale di utilizzare i fondi delle royalty petrolifere e delle risorse destinate alla ricostruzione post-terremoto''.

Per De Filippo, ''il Patto di stabilita' - ha scritto - sta strangolando l'economia del Paese, con riflessi sociali gravissimi soprattutto sulle aree piu' deboli del Mezzogiorno, a partire dalla Basilicata. La pubblica amministrazione, anziche' accompagnare i processi di crescita e di sviluppo delle comunita' rischia, con i propri ritardi, di essere una delle cause principali della crisi del tessuto produttivo locale, innescando un effetto domino nei mancati pagamenti che mai, prima d'ora, si era manifestato con tale, virulenta pericolosita'''. Liberare dal Patto i fondi derivanti dalle estrazioni del petrolio e quelli finalizzati a completare i processi di ricostruzione dei terremoti del passato mira a ''far fronte ad impegni nei confronti delle imprese locali per diverse centinaia di milioni di euro'', ha scritto il governatore lucano. La Basilicata, infatti, e' un caso specifico.

''Le royalty derivanti dalle estrazioni petrolifere, pur registrando un sostanziale miglioramento nel corso degli anni, restano bloccate a causa dei vincoli dettati dal Patto - afferma De Filippo -. Il che si traduce in una forte ed ingiusta penalizzazione per la Regione che, unica in Italia, contribuisce con le proprie risorse naturali ad allentare il peso della bolletta energetica nazionale''.

''Non meno ingiusta, se non addirittura odiosa, e' la disparita' di trattamento che la Basilicata subisce per quanto riguarda le risorse destinate alla ricostruzione nei territori colpiti da eventi sismici - si legge ancora nella lettera inviata da De Filippo a Monti - posto che in tutte le Regioni interessate, a seguito della nomina di un commissario straordinario, le risorse destinate alla ricostruzione sono transitate in contabilita' speciali rimanendo cosi' escluse dal Patto di Stabilita'''. Cio' non e' avvenuto per la Basilicata per i fondi destinati ai terremoti del 1980 e del 1998. Anche la Conferenza delle Regioni, facendo proprio l'appello di De Filippo, si e' espressa all'unanimita' per ''la immediata rimozione dei vincoli del Patto di Stabilita' sui fondi della ricostruzione''.


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
non ci sono tag per la questa notizia, prova con la ricerca
tutte le notizie di Basilicata
commenta commenta 0    invia    stampa