Potenza, legale di Fitto su archiviazione denuncia per fuga notizie: "Dai giornalisti muro di gomma"

ultimo aggiornamento: 04 agosto, ore 17:44
Roma - (Adnkronos) - ''Il gip, pur individuando precise responsabilita' penali per la pubblicazione non consentita di atti giudiziari, si dovuto arrendere dinanzi alla difficolt delle indagini e dal silenzio dei giornalisti"
commenta commenta 0     vota vota 12    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Roma, 4 ago. - (Adnkronos) - ''In seguito alla pubblicazione di notizie riservate di carattere penale, erano stati chiesti accertamenti per scoprire gli autori di tali rivelazioni. Il gip, pur individuando precise responsabilita' penali per la pubblicazione non consentita di atti giudiziari, si e' dovuto arrendere dinanzi alla difficolta' delle indagini e al muro di gomma innalzato dal silenzio dei giornalisti. Come al solito, quindi, non e' stato possibile scoprire i responsabili. Un film gia' visto, troppe volte".

Lo afferma in una nota l'avvocato Francesco Paolo Sisto, legale del ministro per i Rapporti con le Regioni e la Coesione Territoriale Raffaele Fitto, in merito alla decisione del gip di Potenza di archiviare la denuncia per fuga di notizie dalla Procura di Bari, presentata dallo stesso Fitto.

"I giornalisti tacciono, le indagini, se e quando effettuate, non servono allo scopo - sottolinea l'avvocato - In merito poi alla richiesta di risarcimento danni avanzata da Raffaele Fitto al Tribunale di Lecce per l'intervista a Marco Dinapoli pubblicata il 22 giugno 2006 da 'Repubblica' va precisato che, singolarmente, nel corso dell'istruttoria di quel processo, il giornale non fu in grado di provare la genuinita' dell'intervista, assumendosene conseguentemente tutta la responsabilita' e liberando Dinapoli da ogni onere; il Tribunale di Lecce, quindi, non solo non ha rigettato la richiesta di Raffaele Fitto, ma, piuttosto, il 16 maggio 2009, l'ha accolta, condannando 'La Repubblica', a risarcire a Raffaele Fitto 63mila euro, ritenendo diffamatorio il contenuto dell'intervista stessa''.

pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
non ci sono tag per la questa notizia, prova con la ricerca
tutte le notizie di Basilicata
commenta commenta 0    invia    stampa