Terremoto di 4.5 gradi tra Veneto e Friuli.

ultimo aggiornamento: 09 giugno, ore 15:56
Roma - (Ign/Adnkronos) - Il sisma nelle prealpi venete con epicentro tra Tambre e Casso non ha provocato danni ma tanta paura tra la popolazione. La terra trema ancora in Emilia: scossa di magnitudo 3 a Finale. Polemiche dopo l'allarme della commissione Grandi Rischi per "altre forti scosse tra Finale Emilia e Ferrara". Napolitano: "State sicuri, non sarete dimenticati". Ospedali italiani vecchi e a rischio: il 15% costruito prima del '900


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 7    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Roma, 9 giu. (Ign/Adnkronos) - La terra trema anche tra Veneto e Friuli. Una scossa di terremoto di magnitudo 4.5 stata registrata all'alba, alle 4,04 di questa mattina nelle prealpi venete tra Pordenone e Belluno. Secondo i dati dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, la scossa ha avuto come epicentro le localit di Hies D'Alpago (Belluno), Pieve D'Alpago (Belluno), Tambre (Belluno), Cimolais (Pordenone), Claut (Pordenone), Erto e Casso (Pordenone).

La scossa di breve durata non ha provocato danni ma tanta paura tra la pololazione scesa in strada dopo il sisma. Diverse le chiamate a vigili del fuoco e Protezione civile che stanno continuando a fare controlli.

Per ora "al di l della comprensibile paura e allarme" non sono stati registrati danni "n a cose n a persone", dice all'Adnkronos il vicepresidente della Regione e assessore regionale alla Protezione civile del Friuli Venezia Giulia Luca Ciriani. "Stiamo monitorando la situazione, la centrale operativa della protezione civile regionale, in funzione 24 ore su 24, da stamattina ha ricevuto molte chiamate - spiega - La gente allarmata per al momento non ci sono segnalazioni di danni n alle persone n alle cose. Continuiamo comunque a fare continue verifiche con i sindaci sui territori". "C' stata tanta paura e apprensione ed comprensibile" afferma l'assessore osservando che ancora forte il ricordo di "36 anni fa" quando "il terremoto ha colpito forte. Nel pomeriggio - aggiunge - far un sopralluogo a Claut, ma al di l della comprensibile paura e allarme non risultano danni. Vediamo in ogni caso l'evolversi della situazione".

Ma tra il sisma avvertito stamane tra Belluno e Pordenone e le continue scosse di terremoto in Emilia "non c' nessun legame consequenziale", spiega all'Adnkronos il geologo Paolo Messina, Direttore dell'Istituto di Geologia Ambientale e Geoingegneria del Cnr di Roma-Montelibretti.


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
non ci sono tag per la questa notizia, prova con la ricerca
tutte le notizie di Friuli Venezia Giulia
commenta commenta 0    invia    stampa