Roma, medico ospedale S.Filippo Neri picchiato dopo annuncio morte bimba

ultimo aggiornamento: 19 luglio, ore 15:16
Roma - (Adnkronos/Adnkronos Salute) - Colpito con gomitate, calci e pugni dal patrigno della piccola, giunta, a quanto apprende l'ADNKRONOS SALUTE da fonti del nosocomio, gi in arresto cardiocircolatorio


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 5    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Roma, 19 lug. (Adnkronos/Adnkronos Salute) - Aggredito e picchiato selvaggiamente un medico del pronto soccorso dell'ospedale San Filippo Neri di Roma. Il camice bianco sarebbe stato colpito con gomitate, calci e pugni dopo aver dato notizia della morte di una bimba di 10 anni alla mamma e al patrigno della piccola, giunta - a quanto apprende l'Adnkronos Salute da fonti dell'ospedale - gia' in arresto cardiocircolatorio. Il fatto e' accaduto ieri sera.

"Il collega aggredito - racconta una fonte del San Filippo Neri - ha fatto di tutto per salvare la bimba. Si e' cercato di rianimarla per oltre un'ora ma purtroppo non c'e' stato nulla da fare". Il medico, che ha sporto denuncia ai carabinieri, sarebbe stato colpito dal patrigno della bambina prima con una gomitata, poi una volta a terra sarebbe stato preso a calci e pugni. Ha riportato trauma cranico e diverse escoriazioni anche sul volto, dove gli sono stati applicati dei punti di sutura.

La vicenda ha sollevato le proteste dei colleghi: "Basta con queste aggressioni - fanno sapere pur rimanendo nell'anonimato - Ormai i medici vengono ritenuti responsabili di tutto. Ma non e' cosi'. Questo clima lo si deve anche al continuo parlare di malasanita'. Non si puo' piu' andare avanti cosi'. Chiediamo un posto di Polizia in ogni pronto soccorso".


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
non ci sono tag per la questa notizia, prova con la ricerca
tutte le notizie di Lazio
commenta commenta 0    invia    stampa