Almanacco del giorno - Oroscopo  - Meteo - Mobile  - iPad - SMS - Agenda Camera

Roma, ripristinata targa dedicata a Settimia Spizzichino al XX Municipio

ultimo aggiornamento: 16 luglio, ore 13:00
Roma - (Adnkronos) - Catturata in una rappresaglia contro gli ebrei a Roma nel 1943 riuscģ a sopravvivere al campo di concentramento dove era stata deportata con la sua famiglia. Alemanno: ''E' un simbolo che non possiamo dimenticare". Zingaretti: ''Siamo qui per riparare a un torto''


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 2    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Roma, 16 lug. - (Adnkronos) - "Finalmente e' stata ripristinata la targa dedicata a Settimia Spizzichino che era stata tolta". Lo ha dichiarato il presidente del XX Municipio di Roma Gianni Giacomini intervenendo questa mattina alla cerimonia di inaugurazione al Parco della Pace della targa dedicata al ricordo di Settimia Spizzichino donna ebrea sopravvissuta dopo essere stata deportata con la sua famiglia in un campo di concentramento dopo essere stata catturata in una rappresaglia a Roma nel 1943. "Questo e' il Parco della Pace -ha aggiunto Giacomini- e speriamo che in futuro tutti possiamo continuare a vivere in pace".

"L'essere stata la prima a rompere il muro del silenzio e a parlare dei campi di sterminio la rende un simbolo che non possiamo dimenticare". Lo ha dichiarato il sindaco di Roma Gianni Alemanno che questa mattina ha partecipato alla cerimonia di inaugurazione di una targa al Parco della Pace per Settimia Spizzichino. "In quest'anno -ha aggiunto il sindaco- in cui si mettera' la prima pietra del Museo della Shoah dobbiamo mantenere la continuita' di una memoria storica. Il tempo che passa non puo' essere un alibi affinche' le cose possono essere dimenticate e sparire dalla coscienza delle persone".

"L'antisemitismo e' un fiume carsico che periodicamente scompare e riemerge ora con il tratto del negazionismo ora con quello dell'intolleranza ma ha un tratto specifico che lo distingue da altre forme di intolleranza ed e' nostro compito indagarlo. Questa amministrazione non e' disposta a lasciare spazio al razzismo. Dobbiamo trovare una cura affinche' questo mostro venga debellato dalla nostra citta' e dalla nostra societa'. Sono disposto -ha concluso Alemanno- ad accogliere la richiesta di intitolare il ponte dell'Ostiense a Settimia Spizzichino".

"Siamo qui per riparare a un torto fatto a Settimia Spizzichino, perche' e' inaccettabile l'accanimento con cui si continua ad offendere una donna straordinaria che dopo la guerra ha avuto il coraggio di raccontare". Lo ha dichiarato il presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti intervenendo alla cerimonia di inaugurazione al Parco della Pace.

"Ma siamo qui anche per noi stessi - ha aggiunto Zingaretti - perche' una societa' che dimentica e che non si cura del fatto che un'altra persona venga offesa e' una societa' piu' sola, con meno solidarieta', dove tutti vivono peggio, quindi mettere questa targa e' un profondo atto civile ed e' un segnale che quando si colpisce la memoria, o una vittima della Shoah, o un esponente di una minoranza si colpisce tutta la nostra comunita'. Questo non lo abbiamo mai permesso e non lo dobbiamo permettere mai".


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
non ci sono tag per la questa notizia, prova con la ricerca
tutte le notizie di Lazio
commenta commenta 0    invia    stampa   
adnkronos.com  |   aki arabic  |   aki english  |   aki italiano  |   salute  |   labitalia  |   musei on line  |   immediapress