Roma, sciopero dei taxi: in oltre 200 si sono radunati a Bocca della Verit

ultimo aggiornamento: 07 giugno, ore 10:53
Roma - (adnkronos) - Chiedono il cambiamento del regolamento comunale in via di approvazione in Campidoglio


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 8    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Roma, 7 giu. - (adnkronos) - E' iniziato lo sciopero dei tassisti proclamato da 7 sigle sindacali che chiedono il cambiamento del regolamento comunale in via di approvazione in Campidoglio. In circa 200 - 300 si sono radunati dalle 8,30 di questa mattina a Bocca della Verita', nonostante il tempo incerto e la pioggia che a intervalli si fa sentire. "Noi siamo disponibili a un tavolo con il comune, ma vogliamo risposte concrete", grida con un megafono ai colleghi Davide Bologna, della commissione consultiva del '6645'.

Il problema, secondo i tassisti aderenti allo sciopero, e' soprattutto quello dei noleggiatori e degli abusivi. "Sarebbe necessario che il comune si impegnasse - dice uno dei tassisti - per effettuate maggiori controlli onde evitare che in citta' operino un numero cosi' elevato di abusivi e di tassisti provenienti da fuori Roma. E' questo cio' che piu' ci sta a cuore non tanto il problema delle tariffe che e' secondario. Certo, l'adeguamento Istat e' necessario ma noi chiediamo l'aumento delle tariffe solo perche' a causa degli Ncc e degli abusivi le corse si riducono".

Sono d'accordo i colleghi Giuseppe e Paolo che chiedono piu' garanzie, licenze proporzionate al numero degli abitanti del comune, perche' loro denunciano che i piccoli comuni limitrofi concedano piu' licenze del dovuto e che il comune di Roma potrebbe intervenire effettuando piu' controlli.

"Noi chiediamo maggiore tutela della categoria - spiega Nicola Di Giacobbe, segretario Unica Taxi Cgil - Vogliamo che i tassisti abbiano la possibilita' di lavorare nel mercato del trasporto pubblico con delle regole certe. Quello che va combattuto e' soprattutto il problema dell'abusivismo".

"Oggi c'e' stata una grande adesione - ha continuato - circa il 90% della categoria non sta lavorando. Inoltre, avevamo chiesto che tutto si svolgesse con ordine, senza cortei o manifestazioni e l'abbiamo ottenuto. Nessun disordine a dimostrazione della correttezza di questa categoria".

"Per quanto riguarda il problema dei taxi provenienti da fuori Roma - ha aggiunto - e che operano abusivamente nel territorio comunale, niente puo' fare il regolamento in discussione in Campidoglio. Ma dovrebbe a riguardo intervenire il ministero dei Trasporti e la Regione rafforzando e facendo rispettare i principi che sanciscono la territorialita' della licenza".


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
non ci sono tag per la questa notizia, prova con la ricerca
tutte le notizie di Lazio
commenta commenta 0    invia    stampa