Tav, Passera: "Il progetto confermato". Dall'Ue 'no' a nuovi finanziamenti

ultimo aggiornamento: 13 luglio, ore 13:46
Roma - (Adnkronos/Ign) - Dopo le indiscrezioni di Le Figaro,, il ministro dello Sviluppo economico assicura: "Ho parlato col ministro francese e non c' alcuna ipotesi di modifica agli impegni gi presi". Il viceministro dei Trasporti Ciaccia: "Non credo ci siano ripensamenti". Bruxelles sulla richiesta di nuovi fondi: "Il nostro ruolo modesto"


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 3    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Roma, 13 lug. - (Adnkronos/Ign) - Il progetto della Tav Torino-Lione stato confermato anche dal governo francese. Lo ha reso noto il ministro dello sviluppo economico Corrado Passera durante il suo intervento all'Assemblea dell'Ance all'indomani delle indiscrezioni sull'opera pubblicate da 'Le Figaro'. "Ho appena parlato col ministro francese - afferma Passera - e non c' in nessuna delle loro ipotesi alcuna modifica agli impegni gi presi a livello nazionale quindi il progetto Torino-Lione cos importante della rete dei corridoi europei totalmente confermato sia da parte nostra che da parte del governo francese".

"Non credo ci siano ripensamenti", commenta il viceministro dei Trasporti Mario Ciaccia sulla questione della Tav, intervenendo a margine dell'assemblea dell'Ance. "Ho motivo di ritenere -spiega Ciaccia- che opere di questa importanza verr confermata da parte francese".

Sulla questione intervenuto anche il vicepresidente della Commissione Europea Antonio Tajani per il quale "fermare le infrastrutture sarebbe un errore perch esse significano lavoro, investimenti e competitivit". "Credo si debba andare sulle reti transeuropee a maggior ragione in un periodo in cui si stanno mettendo in campo i project bond", conclude Tajani a margine dell'assemblea dell'Ance.

Ieri sera il governo francese aveva spiegato che la Torino-Lione ha ''un'importanza maggiore'', ma la prosecuzione dell'opera avrebbe bisogno di maggiore finanziamenti Ue. Un'ipotesi scartata oggi dal commissario ai Trasporti Siim Kallas. Quello dell'alta velocit Torino-Lione "anzitutto un progetto franco-italiano e i fondi devono arrivare soprattutto da Italia e Francia, il ruolo della Commissione europea puo' essere veramente modesto". "Se i Paesi membri ci danno molti pi soldi per le infrastrutture per i trasporti, lo possiamo prendere in considerazione - ha detto Kallas con una battuta, riferendosi alla richiesta francese - ma non possiamo distribuire soldi che non abbiamo".

Il commissario ha comunque fatto sapere che Bruxelles ora "aspetta considerazioni concrete" da parte della Francia e poi "vedremo come adeguare le nostre politiche ai nuovi sviluppi". In ogni caso, ha ribadito, pur essendo un "progetto prioritario" per l'Ue, " principalmente nelle mani di Italia e Francia ed il ruolo della Commissione molto modesto".


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
non ci sono tag per la questa notizia, prova con la ricerca
tutte le notizie di Piemonte
commenta commenta 0    invia    stampa