Torino, Tar boccia ricorso Lega: s a Moschea

ultimo aggiornamento: 28 ottobre, ore 20:31
Torino - (Adnkronos) - ''E' una sentenza che fa giustizia della correttezza delle procedure adottate e rende merito a una legittima richiesta dell'Associazione Moschea del Misericordioso" sottolinea il sindaco, Piero Fassino


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 6    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Torino, 28 ott. (Adnkronos) - La seconda sezione del Tar Piemonte ha respinto il ricorso presentato da esponenti della Lega Nord per l'annullamento del permesso di costruire rilasciato dal Comune di Torino per opere di manutenzione straordinaria sull'edificio di via Urbino destinato ad ospitare la sede dell'associazione ''Moschea del Misericordioso, centro socio-culturale La Palma onlus''. Lo comunica in una nota il Comune di Torino che spiega che il Tar ha dichiarato il ricorso ''inammissibile per difetto di legittimazione e di interesse a ricorrere'' condividendo le osservazioni delle difese della Citta' e dell'Associazione.

Non si ravvisa, infatti secondo il giudice ''sussistere alcun stabile collegamento territoriale tra il luogo di residenza dei ricorrenti e quello interessato dall'intervento edilizio''. Secondo il Tar, ''lo stesso interesse statutario del Movimento Lega Nord e' tale da escludere, in ogni caso, la sussistenza in capo ad esso di una posizione qualificata differenziata necessitante di tutela in relazione al permesso di costruire impugnato, attesa l'assoluta estraneita' dei fini statutari del movimento alla materia urbanistico edilizia o alle esigenze di tutela dell'ambiente in senso lato''.

''E' una sentenza che fa giustizia della correttezza delle procedure adottate e rende merito a una legittima richiesta dell'Associazione Moschea del Misericordioso". Lo sottolinea il sindaco di Torino, Piero Fassino, commentando la sentenza del Tar.

Soddisfatta anche l'assessore all'Urbanistica, Ilda Curti, che palra di una sentenza "che riconosce la legittimita' formale e di merito dell'azione della citta'. La moschea di via Urbino - spiega - e' il risultato di un lavoro rigoroso, serio, condiviso che ha visto l'Amministrazione, l'Associazione La Palma promotrice dell'iniziativa, la societa' civile e religiosa della citta' lavorare insieme per riconoscere - conclude - il diritto alle minoranze religiose di avere luoghi di culto dignitosi, trasparenti e formali''.


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
non ci sono tag per la questa notizia, prova con la ricerca
tutte le notizie di Piemonte
commenta commenta 0    invia    stampa