Testi universit riprodotti illegalmente, 6 denunce e multe per 150 mila euro della Gdf di Sassari

ultimo aggiornamento: 21 aprile, ore 12:31
Sassari - (Adnkronos) - In molte delle copisterie ispezionate sono stati rinvenuti supporti informatici su cui erano custodite vere e proprie biblioteche, con centinaia e centinaia di testi in formato ''Pdf'', pronti ad essere stampati abusivamente, per soddisfare qualsiasi esigenza didattica degli studenti
commenta commenta 0     vota vota 10    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 

Sassari, 21 apr. - (Adnkronos) - Operazione 'Fotocopie nere' del Comando provinciale della Guardia di Finanza di Sassari, che ha sequestrato circa 1.500 opere letterarie illegalmente riprodotte da parte di alcune copisterie del centro cittadino, destinate alla vendita agli studenti delle facolta' universitarie. I finanzieri hanno segnalato all'autorita' giudiziaria 6 titolari di copisterie e contestate violazioni amministrative per oltre 150 mila euro.

Il comandante provinciale della Gdf, il colonnello Giovanni Casadidio, nel corso di una conferenza stampa svoltasi oggi nella caserma del comando provinciale di Sassari insieme al direttore della Siae di Sassari Ugo Giansiracusa ed al capitano Pasquale Ambrosino, ha spiegato che sono state individuate numerose attivita' illecite sia di natura penale che amministrativa. L'operazione ha evidenziato la vastita' del fenomeno e l'elevato numero di violazioni rilevate ha fatto emergere come sia florido il mercato della duplicazione illegale.

In molte delle copisterie ispezionate, infatti, sono stati rinvenuti supporti informatici su cui erano custodite vere e proprie biblioteche, con centinaia e centinaia di testi in formato ''Pdf'', pronti ad essere stampati abusivamente, per soddisfare qualsiasi esigenza didattica degli studenti. "La legge - ha spiegato Casadidio - consente di fotocopiare al massimo il 15% di ogni volume o opera didattica protetta dal diritto d'autore, per uso personale, ma i titolari dei centri di riproduzione devono corrispondere alla Siae, un importo, calcolato in misura forfetaria, per le stampe che vengono eseguite".

pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
non ci sono tag per la questa notizia, prova con la ricerca
tutte le notizie di Sardegna
commenta commenta 0    invia    stampa