Non indossa il velo per il caldo, donna incinta picchiata dal marito egiziano

ultimo aggiornamento: 17 agosto, ore 16:21
Palermo - (Adnkronos) - E' accaduto a Porto Empedocle. La donna trovata dalla Polizia in strada, priva di sensi, stata trasportata all'ospedale dove i medici stanno cercando di scongiurare la perdita del bimbo che porta in grembo. L'aggressore, 19enne, stato denunciato


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 16    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Palermo, 17 ago. - (Adnkronos) - Fa troppo caldo e non indossa il velo, ma il marito mussulmano va su tutte le furie e la picchia selvaggiamente in strada. Accade a Porto Empedocle, in provincia di Agrigento, dove la Polizia ha denunciato per lesioni gravi un egiziano di 19 anni. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, l'aggressione sarebbe avvenuta in via Crispi, dove gli agenti hanno trovato la donna a terra priva di sensi. Immediatamente soccorsa, e' stata trasportata all'ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento, dove si trova tuttora ricoverata e dove i medici stanno cercando di scongiurare la perdita del bimbo che porta in grembo.

La coppia da tempo trasferita a Torino era tornata a Porto Empedocle dove la ragazza era nata, per trascorrere le vacanze con i genitori di lei. Ieri per il troppo caldo la donna era uscita di casa senza indossare il tradizionale vele che copre il volto, disobbedendo al marito, che non ha esitato a picchiarla selvaggiamente in strada, incurante della sua condizione fisica, lasciandola esanime in strada. Inutile il tentativo di alcuni passanti di sottrarre la giovane donna alla furia del marito. Quando gli agenti sono intervenuti l'uomo si era gia' allontanato. Rintracciato subito dopo, e' stato denunciato.


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
non ci sono tag per la questa notizia, prova con la ricerca
tutte le notizie di Sicilia
commenta commenta 0    invia    stampa