In tremila al corteo promosso da CasaPound Italia ''Bolzano Italia''

ultimo aggiornamento: 05 marzo, ore 20:09
Bolzano - (Adnkronos) - La manifestazione contro l'accordo siglato dal ministro dei Beni culturali Sandro Bondi con l'Svp per la 'storicizzazione' dei monumenti fascisti del capoluogo altoatesino


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 14    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Bolzano, 5 mar. - (Adnkronos) - Tremila persone tra militanti di Cpi e cittadini, secondo gli organizzatori, hanno partecipato questo pomeriggio a Bolzano al corteo promosso da CasaPound Italia contro l'accordo siglato dal ministro dei Beni culturali Sandro Bondi con l'Svp per la 'storicizzazione' dei monumenti fascisti del capoluogo altoatesino. Partito da piazza della Vittoria e terminato nella stessa piazza con un simbolico lancio di rose rosse al monumento a Giuseppe Mazzini, il corteo era aperto da uno striscione in tedesco: ''Si' alla convivenza, no all'arroganza''.

A seguire centinaia di tricolori che sventolavano, poi uno striscione cinque metri per tre: ''Nessun compromesso vale l'identita' di un popolo''. Quindi le bandiere rosse con la tartaruga, simbolo di Cpi, e quelle del Blocco studentesco, con il fulmine cerchiato. E ancora striscioni con i nomi di tutte le regioni italiane, dal Piemonte alla Sicilia, dal Friuli Venezia Giulia alla Sardegna, portati dalle rappresentanze delle sedi Cpi di tutto il paese arrivate in Alto Adige per dire che ''Bolzano e' Italia''.

A fare da sottofondo alla manifestazione la musica di Ludovico Einaudi, ma anche le canzoni di Rino Gaetano e di ZetaZeroAlfa, la band del leader di CasaPound Italia Gianluca Iannone, mentre il corteo si e' concluso, dopo gli interventi sul palco di Iannone Maurizio Puglisi Ghizzi, Gianfranco Piccolin, Donato Seppi e di Andrea Bonazza, coordinatore regionale di Cpi, con l'inno di Mameli.

''Anche in questa occasione - sottolinea Cpi - la nostra festa ha trovato un contraltare nella protesta di pochi isterici saccenti che non hanno saputo far altro che rispondere a una manifestazione numerosa, giovane e gioiosa con una contromanifestazione vecchia, noiosa e priva di contenuti innovativi: Questa e' la nostra risposta a chi non ci avrebbe voluto in piazza stasera''.


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
non ci sono tag per la questa notizia, prova con la ricerca
tutte le notizie di Trentino Alto Adige
commenta commenta 0    invia    stampa