Almanacco del giorno - Oroscopo  - Meteo - Mobile  - iPad - SMS - Agenda Camera

Al via a Vicenza l'anno di Fogazzaro a cent'anni dalla morte

Antonio Fogazzaro Antonio Fogazzaro
ultimo aggiornamento: 07 marzo, ore 13:11
Vicenza - (Adnkronos) - Mostre, libri, letture, concerti e spettacoli per uno dei grandi scrittori italiani fra '800 e '900. Le celebrazioni aperte con la presentazione di carte inedite


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 6    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Vicenza, 7 mar. - (Adnkronos) - Nel giorno esatto del centenario della morte, si e' aperto ufficialmente oggi a Vicenza l'anno di Antonio Fogazzaro (1842-1911), uno dei grandi scrittori italiani fra '800 e '900, autore dei romanzi ''Malombra'' (1881), ''Daniele Cortis'' (1884) e ''Piccolo mondo antico'' (1895).

Nella Sala degli Stucchi di Palazzo Trissino, il sindaco di Vicenza, Achille Variati, con l'assessore alla Cultura, Francesca Lazzari, e Fernando Bandini, presidente del comitato regionale per le celebrazioni fogazzariane, hanno dato il via a una ricca stagione di ricorrenze, manifestazioni e attivita' di vario tipo per ricordare il romanziere veneto. Durante la cerimonia inaugurale il professore Fabio Finotti, docente all'University of Pennsylvania (Philadelphia-Usa), dove dirige il Center for Italian Studies, ha tenuto una 'lectio magistralis' sulla figura e l'opera dello scrittore vicentino.

A conclusione della cerimonia la professoressa Adriana Chemello, italianista dell'Universita' di Padova, ha rivelato ''l'ultimo segreto'' di Fogazzaro, ovvero il contenuto di 55 faldoni di manoscritti inediti dello scrittore vicentino, custoditi per decenni all'interno di una scatola sigillata alla Biblioteca Bertoliana di Vicenza. Tra le carte figurano anche ventuno taccuini personali di Fogazzaro e oltre 400 lettere, documenti finora totalmente sconosciuti agli studiosi.

Il 15 febbraio scorso, alla presenza degli eredi, c'e' stata la cerimonia di apertura ufficiale del pacco sigillato, appartenente al fondo donato nel 1961 dal marchese Giuseppe Roi, pronipote del romanziere, contenenti "documenti manoscritti intimi di Antonio Fogazzaro'', che dovevano rimanere ''sigillati sino al 1° gennaio 2011''.

In quelle carte tenute a lungo segrete Fogazzaro annoto' fatti quotidiani, ricordi, emozioni, sentimenti ma anche elenchi, cifre e conti di casa, precise note delle spese familiari sostenute, anche le piu' piccole. Le lettere sono indirizzate soprattutto ai tre figli. I taccuini coprono un arco di 28 anni, dal 1882 al 1910, un anno prima della morte dello scrittore il cui romanzo modernista ''Il santo'' fu messo dalla Chiesa all'Indice dei libri proibiti. Tra le carte anche numerose minute delle opere fogazzariane.

Adriana Chemello ha presentato ''il risultato della prima indagine'' sulle carte inedite della Bertoliana da parte della commissione formata da tre professori universitari di letteratura italiana, che comprende oltre lei anche Fabio Finotti e Gilberto Pizzamiglio (ateneo di Venezia). E' stato annunciato anche che il fondo donato da Roi verra' presto digitalizzato per metterlo a disposizione degli studiosi.

''Si tratta di un materiale molto importante ed ampio, che contribuira' ad illuminare meglio la vita e l'opera di Fogazzaro, rivelando dettagli intimi, personali e familiari, su molte vicende biografiche e letterarie'', ha detto Pizzamiglio. Lo studioso ha smentito poi una voce ricorrente secondo la quale in quella scatola sigillata fossero presenti anche lettere ad amanti oppure racconti imbarazzanti per Fogazzaro.

Durante l'inaugurazione del programma delle celebrazioni per il centenario della morte di Fogazzaro, sono state presentate varie manifestazioni, come convegni, mostre, concerti, cicli di letture, inventariazione informatizzata dei fondi fogazzariani conservati in Biblioteca Bertoliana, pubblicazioni di inediti, proiezioni di film tratti da romanzi fogazzariani, spettacoli teatrali e progetti con le scuole.

Anche le Poste Italiane hanno ricordato oggi l'anniversario con l'emissione di un francobollo da 60 centesimi. Il francobollo, con una tiratura di 2,5 milioni di copie, raffigura in primo piano lo scrittore vicentino con un libro aperto; sullo sfondo uno scorcio di villa Fogazzaro affacciata sulla sponda italiana del lago di Lugano, a Oria in Valsolda. Nella villa ottocentesca l'autore di ''Piccolo mondo antico'' e ''Malombra'' trascorse lunghi periodi di vacanza. La villa e' stata lasciata in eredita' al Fai dal proprietario, il marchese Giuseppe Roi. A commento dell'emissione filatelica delle Poste e' stato messa in vendita un bollettino illustrativo con articoli del sindaco di Vicenza, Achille Variati, e di Alberto Buscaglia, ideatore del Premio letterario Fogazzaro.


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
non ci sono tag per la questa notizia, prova con la ricerca
tutte le notizie di Veneto
commenta commenta 0    invia    stampa   
adnkronos.com  |   aki arabic  |   aki english  |   aki italiano  |   salute  |   labitalia  |   musei on line  |   immediapress