Prometeo - Sostenibilit
Il marchio di Ludovica Cirillo nello spazio di via Margutta dal 10 giugno all'11 luglio

L'arte del riciclo con "Eco-Joux", le creazioni di 'byLudo' in mostra al RistorArte di Roma

ultimo aggiornamento: 08 giugno, ore 13:22
''Un modo per salvaguardare anche l'ambiente dando sfogo alla fantasia e divertirsi indossando 'bijoux' inusuali ed unici''
commenta commenta 0     vota vota 15    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Roma, 8 giu. (Adnkronos) - Meglio non gettare via nulla. Vi mai capitato di trovare abbandonati nel cassetto pezzi di auricolare, cavi elettrici o tastiere fuori uso dei vostri personal computer e chiedervi che ne devo fare? Questi pezzi, una volta utili, poi in disuso, possono diventare, all'insegna del riciclo, oggetti ornamentali e artistici. E' quanto propone 'Ecojoux', l'esposizione di 'byLudo', il marchio di Ludovica Cirillo, gi da alcuni anni impegnata a creare bijoux da oggetti di riciclo, che in collaborazione con Artevetrina sar inaugurata dopodomani con un cocktail a Il Margutta Ristorarte di Claudio e Tina Vannini. La mostra rester aperta fino all'11 luglio. ''Un modo per salvaguardare anche l'ambiente dando sfogo alla fantasia e divertirsi indossando 'bijoux' inusuali ed unici'' - dice la creatrice della collezione dedicata alla sua amica e compagna di scuola Beatrice scomparsa prematuramente.

Da sempre attratta da oggetti di design originali, la giovane Ludovica, 16 anni, che vive, studia e crea a Roma, scompone piccoli strumenti tecnologici, ne stravolge il loro uso per realizzare pezzi unici, scelti da alcuni stilisti, recensiti da riviste di tendenza (www.byludo.com) e gi ospitati da 'Re(f)use' di Ilaria Venturini Fendi. Non ama lo spreco ''dell'usa e getta'' ed ha dato vita a questa collezione ''tecnologica'' dopo che un giorno si trovata nel cassetto numerose cuffiette auricolari ''fuori uso'': a queste ha aggiunto gli spinotti. E poi tasti dei pc e occhiali e cosi via ... E il gioco e fatto! ''Di questi tempi - dice la giovane creativa- penso sia giusto il concetto del riciclo abbinato a quello dell'estetica''.

"Oltre ad essere divertente per me crearli, lo anche per le mie clienti indossarli: dopo un giro in citt europee come Berlino, Londra e Parigi, ho riscontrato apprezzamento e curiosit da adolescenti, giovani donne e adulte". L'allestimento a cura di Artevetrina di Gianluigi Contesini, azienda artistico- artigianale di manichini che lavora in questo campo da 60 anni. La sua storia inizia con il fondatore Matteo che da Milano si trasfer a Roma lasciando la sua bottega di manichini artistici.

Oggi questa tradizione continua nella capitale a Vicolo Anagnino, 25 al servizio di grandi stilisti da Fendi a Valentino ad altri ancora e, inoltre, unico punto di riferimento in Europa per il restauro di questi supporti. Anche questa realt, oggi specializzata anche nella realizzazione di arredamenti su misura per boutique, attenta al concetto del riciclo e il suo titolare con entusiasmo ha sposato l'idea della giovane Ludovica facendo realizzare 'pezzi artistici' di supporto ai suoi 'Ecojoux'.

pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di Appuntamenti
commenta commenta 0    invia    stampa