Prometeo - Sostenibilit
Coinvolti Barberino Val D'Elsa, Greve in Chianti, San Casciano in Val di Pesa e Tavarnelle Val di Pesa

I comuni del Chianti perdono peso fino a -100 kg all'anno

ultimo aggiornamento: 18 novembre, ore 17:54
Con la Provincia di Firenze al via la campagna del marchio ''Chianti waste-less''


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 8    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Firenze, 18 nov. - (Adnkronos) - I Comuni del Chianti fiorentino perdono peso. Non con una dieta di massa per gli oltre 45mila abitanti del territorio, ma con ''Chianti Waste-Less'', progetto articolato in pi fasi che nelle prossime settimane vedr il suo marchio espandersi in esercizi, scuole e spazi pubblici, che aderiscono al progetto mettendo in campo azioni specifiche per la riduzione dei rifiuti e coinvolger dalle prossime settimane cittadini e turisti con l'obiettivo di ridurre ogni anno la produzione di rifiuti di 30 chili pro-capite.

Alla presentazione alla stampa di questa mattina sono intervenuti l'assessore all'Ambiente della Provincia di Firenze, Renzo Crescioli, il vicesindaco del Comune di Barberino Val d'Elsa Mario Becattelli, l'assessore all'Ambiente di San Casciano in Val di Pesa Carlo Savi, il sindaco del Comune di Tavarnelle Val di Pesa Sestilio Dirindelli, e l'assessore all'Ambiente del Comune di Greve in Chianti, Simona Forzoni.

''Con la campagna di diffusione del marchio - sottolinea l'assessore all'Ambiente della Provincia di Firenze, Renzo Crescioli - inizia una seconda fase dell'iniziativa Waste-Less che nelle prossime settimane coinvolger l'intera popolazione. L'area coinvolta, quella del Chianti, una zona che fa dell'ambiente una delle sue caratteristiche che l'hanno affermata nel mondo come 'brand . Una politica sui rifiuti seria, moderna e ambientalmente sostenibile fatta di tante azioni diverse. Quelle mirate alla riduzione sono una parte decisiva, e anche su questo la Provincia conferma un impegno serio e concreto" Chianti Waste-Less. Per tutti questi motivi nato ''Chianti Waste-Less - Meno rifiuti'', partito nei mesi scorsi con le prime azioni (tra cui Riciclabilandia nelle scuole del Chianti) e che entrer nel vivo nelle prossime settimane con la partenza del marchio "Chianti Waste-Less".

Il progetto coinvolge i Comuni immersi nel bel panorama del Chianti Fiorentino, cio Barberino Val D'Elsa, Greve in Chianti, San Casciano in Val di Pesa e Tavarnelle Val di Pesa. Chianti Waste-Less promosso dalla Provincia di Firenze in collaborazione con Ambiente Italia, Quadrifoglio, i Comuni coinvolti e co-finanziato dalla Regione Toscana e dal programma ''LIFE+'' dell'Unione Europea.

L'obiettivo da raggiungere la riduzione progressiva della produzione dei rifiuti, arrivando a - 30 kg all'anno per abitante entro il 2013 ed a -100 kg nel 2020. Gli strumenti di Chianti Wast-Less sono tanti e articolati. Si tratta del marchio territoriale ''Waste-Less - Meno Rifiuti'', che sar diffuso ovunque: uffici, negozi, bar e ristoranti, hotel, agriturismi, bed&breakfast, ma anche sagre, fiere, scuole e manifestazioni pubbliche. Tutti sono coinvolti nella sfida della riduzione di rifiuti e imballaggi.

Al momento sono 54 gli esercizi coinvolti, che saranno fondamentali per la diffusione delle ''3 R'': Riduci, Riusa, Ricicla. Sar inoltre distribuito alle famiglie del territorio un opuscolo esplicativo stampato in 40.000 copie su carta riciclata.

''L'obiettivo - spiegano i rappresentanti istituzionali dei 4 comuni coinvolti - quello di spostare l'attenzione non solo sulla differenziazione ma sulla produzione dei rifiuti. L'azione di Waste-Less coordinata con altri progetti, come ad esempio quelli dei fontanelli, che gi tanto successo hanno avuto nella nostra cittadinanza, poich stato compreso che rispettando l'ambiente si arriva ad avere benefici non solo ambientali ma anche economici''.

L'avvio della fase operativa coincide con i giorni della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti 2011 (http://www.ecodallecitta.it/menorifiuti/) a cui il progetto aderisce. Si inizia luned 21 novembre con uno stand informativo sulle iniziative di ''Chianti Waste-Less'' al mercato di San Casciano Val di Pesa.

Successivamente sar il turno della scuola primaria di San Polo in Chianti, dove ci sar l'incontro informativo con le classi e la distribuzione delle borracce waste-less. Appuntamento che sar ripetuto anche mercoled 23 con i bambini della scuola primaria di San Casciano in Val di Pesa e di Cerbaia. Gioved 24 novembre ci sar invece uno stand informativo al mercato di Tavarnelle Val di Pesa, con i ragazzi scuola primaria di Greve in Chianti che assisteranno alla proiezione del programma di cortometraggi di CinemaAmbiente (www.cinemambiente.it/).

A seguire la distribuzione delle borraccette alla scuola primaria di San Casciano in Val di Pesa. L'ultimo giorno, sabato 26 novembre, vedr lo stand informativo al mercato di Greve in Chianti e di Barberino Val d'Elsa. Contemporaneamente si terr la presentazione del progetto nell'ambito del Convegno ''Quando il pensiero ambientalista incontra il Chianti'', alla Casa del Popolo di Greve in Chianti (a partire dalle ore 9.00).

Uno degli aspetti pi originali della campagna Waste-Less riguarda il kit omaggio di pannolini riutilizzabili, che saranno distribuiti gratuitamente dagli uffici ambiente dei Comuni a tutti coloro che hanno un figlio di et inferiore ai 2 anni. Un neonato, durante i suoi primi mesi di vita, accumula tra i 4.250 e i 6.000 pannolini usa e getta, pari a circa una tonnellata di rifiuti, che incidono sulla produzione complessiva per il 3%.

Oltre al danno ambientale, gli 'usa e getta' pesano economicamente tra i 1.500 e i 2.000 euro; con l'acquisto invece di 20 kit di pannolini lavabili con mutandine e salviette, i costi si ridurrebbero ad una forbice tra i 300 ed i 500 euro, con un risparmio quindi superiore al 70% delle spese attuali.

Tanti i modi per una vita con meno rifiuti: preferire i prodotti con meno imballaggio, quelli formato 'famiglia', cercare di utilizzare prodotti ricaricabili, cibi freschi ed evitare assolutamente gli ''usa e getta''.

Non solo, le buone pratiche passano anche attraverso l'uso di borse riutilizzabili per la spesa - come quelle che saranno distribuite nei negozi a marchio ''Chianti Waste-Less'' - la richiesta di acqua in brocca nei ristoranti, evitare le bustine di zucchero ai bar, fino all'utilizzo delle borracce ''Waste-Less''. Il progetto prevede altre azioni, che verranno attuate nei prossimi mesi, a partire da sperimentazioni per la tariffazione puntuale dei rifiuti Comuni serviti da Quadrifoglio.

La produzione media di rifiuti dell'area pari a 611 kg/anno, per un totale di 26.553 tonnellate (dati 2009), con una riduzione abbastanza marcata rispetto all'anno precedente (- 8,7%) ma con un andamento decennale (1999-2009) che ha visto complessivamente un aumento del 21,5%. Delle oltre 26mila tonnellate del 2009, circa 11mila - pari al 40,5% - sono state differenziate e avviate a riciclaggio. Un risultato positivo, ma ancora troppo distante dal 65% che dovr essere raggiunto entro la fine del 2012.


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di In Pubblico
commenta commenta 0    invia    stampa