Prometeo - Sostenibilit
La mobilitazione prende le mosse da un'iniziativa del 'Times'

La rivolta dei blogger: ''Salviamo i ciclisti, aiutateci a fermare la strage''

ultimo aggiornamento: 09 febbraio, ore 11:00
Rimbalza in rete l'appello a tutte le testate per la sicurezza sulle strade di chi ha scelto la bici per spostarsi in citt. In 10 anni in Italia 2.556 vittime sulle due ruote, pi del doppio di quelle del Regno Unito


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 7    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Roma, 9 feb. (Adnkronos) - "Salviamo i ciclisti, aiutateci a fermare la strage di chi ha scelto la bici per spostarsi in citt". Rimbalza in rete, e continua a registrare decine di adesioni al minuto, l'appello lanciato contemporaneamente da oltre 40 blogger ciclisti, numero in continua crescita. L'iniziativa prende le mosse da un'iniziativa del 'Times' di Londra, che il 2 febbraio scorso, dopo un grave incidente subito da una loro giornalista ora in coma, aveva aperto la sua home page con un appello simile, chiedendo al governo inglese una serie di azioni da porre immediatamente in campo per tentare di fermare una strage che ha contato, in 10 anni, ben 1.275 ciclisti uccisi.

"In 10 anni in Italia sono state 2.556 le vittime su due ruote, pi del doppio di quelle del Regno Unito - si legge nell'appello dei ciclisti blogger italiani - Questa una cifra vergognosa per un paese che pi di ogni altro ha storicamente dato allo sviluppo della bicicletta e del ciclismo ed per questo motivo che chiediamo che anche in Italia vengano adottati gli 8 punti del manifesto del Times.

Da qui la decisione di unirsi e far scattare un "bombardamento mediatico" attraverso la pubblicazione contemporanea dello stesso identico appello, adeguato alle esigenze italiane, e dello stesso banner ideato dal Times.

In sintesi gli 8 punti richiesti: ''Gli autoarticolati che entrano in un centro urbano devono, per legge, essere dotati di sensori, allarmi sonori che segnalino la svolta, specchi supplementari e barre di sicurezza che evitino ai ciclisti di finire sotto le ruote. I 500 incroci pi pericolosi del paese devono essere individuati, ripensati e dotati di semafori preferenziali per i ciclisti e di specchi che permettano ai camionisti di vedere eventuali ciclisti presenti sul lato''.

''Dovr essere condotta un'indagine nazionale per determinare quante persone vanno in bicicletta in Italia e quanti ciclisti vengono uccisi o feriti''.

E ancora. ''Il 2% del budget dell'Anas dovr essere destinato alla creazione di piste ciclabili di nuova generazione. La formazione di ciclisti e autisti deve essere migliorata e la sicurezza dei ciclisti deve diventare una parte fondamentale dei test di guida''.

''30 km/h deve essere il limite di velocit massima nelle aree residenziali sprovviste di piste ciclabili. I privati devono essere invitati a sponsorizzare la creazione di piste ciclabili e superstrade ciclabili prendendo ad esempio lo schema di noleggio bici londinese sponsorizzato dalla Barclays''.

''Ogni citt deve nominare un commissario alla ciclabilit per promuovere le riforme''.

La richiesta dei blogger alle testate di copiare l'iniziativa del Times e aprire le home page dei rispettivi siti con un identico appello al governo italiano per l'adozione delle 8 misure elencate. "Cari direttori, il manifesto del Times stato dettato dal buon senso e da una forte dose di senso civico - si legge ancora - E' proprio perch queste tematiche non hanno colore politico che chiediamo un contributo da tutti voi affinch anche in Italia il senso civico e il buon senso prendano finalmente il sopravvento. Vi chiediamo di essere promotori di quel cambiamento di cui il paese ha bisogno e di aiutarci a salvare molte vite umane".

Subito dopo la pubblicazione sui blog, i ciclisti hanno aperto una pagina Facebook dove poter aderire pi facilmente (https://www.facebook.com/groups/298708936854274/).


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di Tendenze
commenta commenta 0    invia    stampa