Prometeo - Sostenibilit
Il progetto dell'azienda di Termoli come 'community supporter fishery'

Pesce fresco a km zero, ci pensa la Fish Box. E' l'ultima frontiera dei Gas

ultimo aggiornamento: 03 ottobre, ore 15:59
All'acquirente viene chiesto di imparare a consumare il pesce a seconda della stagionalit: da settembre a gennaio ci sono le alici, i calamaretti abbondano tra gennaio e febbraio e i calamari da settembre a dicembre; per i gamberetti rosa il periodo migliore da marzo a giugno, per le mazzancolle da settembre a dicembre


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 10    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Roma, 3 set. (Adnkronos) - Gioved notte ore 23. Sulla banchina di Termoli arriva l'ultima pescata della settimana dopo i due mesi di fermo biologico. I pescatori che utilizzano ancora le tecniche dell'antica cultura marinara, scaricano pesci di stagione, freschissimi e a chilometri zero perch arrivano dall'Adriatico centrale, pronti ad arrivare al consumatore nelle prime ore del mattino, all'interno di una cassetta detta 'Fish Box'. E' l'ultima frontiera dei Gruppi di acquisto solidale, realt diffusa in Italia da tempo, ma che non comprendeva ancora il settore ittico finch non ci ha pensato una piccola azienda di Termoli.

Una decina di persone in tutto che si sono messe in testa di cambiare i consumi e le abitudini d'acquisto, invertire la rotta per condizionare il mercato dell'alimentazione. Vera e propria 'community supperter fishery', basata sull'alleanza tra produttori e consumatori, il progetto Fish Box nasce con l'obiettivo di diffondere un consumo del pesce pi consapevole e sostenibile, accorciando la catena distributiva e, quindi, contribuendo a diminuire le emissioni di Co2.

"Mettiamo in contatto i Gruppi di acquisto solidale con i pescatori, osservando un protocollo rigido che riguarda tanto i pescatori, ai quali chiediamo di rispettare le regolamentazioni della comunit economica, utilizzando maglie a norma europea, quanto il pesce, che non deve mai essere sotto misura o a rischio estinzione", spiega all'Adnkronos Daniele Mugnano, co-fondatore del progetto.

Il risultato pesce buono, sano, fresco e a un prezzo equo in virt del rapporto praticamente diretto tra pescatori e consumatori. All'acquirente viene chiesto di imparare a consumare il pesce a seconda della stagionalit e di accettare il fatto che "se c' maltempo, non facciamo le consegne perch i pescatori non vanno in mare", sottolinea Mugnano.

Per organizzarsi in virt di questa incognita, si chiudono gli ordini il mercoled a mezzogirno ed entro gioved alla stessa ora si d conferma che le barche siano in mare e che, quindi, il pesce arriver puntuale il gioved notte alla banchina di Termoli. "Le richieste sempre in aumento e il fatto che il 60% dei Gruppi di acquisto solidale del centro Italia si rivolgano a noi, dimostrano che puntare sulla sostenibilit alimentare, in un momento di crisi, una scelta vincente", spiega Mugnano.

E' gi in cantiere un nuovo progetto, "Conserve di mare", che entro l'inizio del 2012 offrir ai Gruppi di acquisto scatolette di tonno sostenibili e barattoli di 'pesce dimenticato' tutto da riscoprire, conservati in olio d'oliva e realizzati grazie ad alcune cooperative di pescatori.

Per provare, basta rivolgersi al gruppo di acquisto pi vicino e scegliere tra le proposte illustrate sul sito www.fishbox.it, dove possibile consultare una tabella delle stagionalit in cui viene indicato che tipo di pesce trovare in un certo periodo dell'anno. Per esempio, da settembre a gennaio ci sono le alici, i calamaretti abbondano tra gennaio e febbraio e i calamari da settembre a dicembre; per i gamberetti rosa il periodo migliore da marzo a giugno, per le mazzancolle da settembre a dicembre.

Inutile pretendere nasello e pannocchie ad aprile o il rombo a giugno. In caso contrario, probabilmente quel pesce viene da mari lontani ed stato nelle celle frigo di piattaforme, mercati generali, pescherie e centri commerciali, perdendo valori nutrizionali e, contemporaneamente, contribuendo all'inquinamento. Nei Fish Box, invece, si trova solo pesce locale e di stagione, pescato con tecniche tradizionali. Non si trover mai pesce a rischio estinzione, novellame (pesci allo stadio giovanile impiegati per ripopolarementi) e pesce sotto taglia.


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
tutte le notizie di Tendenze
commenta commenta 0    invia    stampa