Prometeo - Sostenibilit
La prima sperimentazione su larga scala nel comune di Frosinone

In citt peggiora la qualit dell'aria? Arriva la macchina 'mangia smog'

ultimo aggiornamento: 31 luglio, ore 20:08
Per abbattere le polveri sottili, dunque, non bastano le iniziative come il blocco del traffico e le domeniche ecologiche (VIDEO)


condividi questa notizia su Facebook

commenta commenta 0     vota vota 5    invia     stampa    
Facebook  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
Roma, 31 lug. - (Adnkronos) - Peggiora nelle citta' italiane, e soprattutto al Nord, la qualita' dell'aria. Nel 2011, infatti, secondo il rapporto dell'Istat, il numero medio di giorni in cui si e' registrato il superamento del valore limite per la protezione della salute umana del Pm10 si e' attestato a 54,4 giorni. Per abbattere le polveri sottili, dunque, non bastano le iniziative come il blocco del traffico e le domeniche ecologiche.

Per questo il comune di Frosinone ha scelto la tecnologia Apa (Air Pollution Abatement), ossia macchine mangia polvere capaci di aspirare le polveri sottili e il pm10 dall'atmosfera, con un abbattimento maggiore dell'80%. Il progetto su larga scala prende il via dopo la sperimentazione della tecnologia Apa a Roma in via Petroselli. Con tre di questi macchinari installati in fila si riesce a bonificare un'area di 100 metri di diametro pari a una piazza di medie dimensioni.

Il macchinario, spiega all'Adnkronos, Giuseppe Spanto, amministratore delegato Is Tech, la start up italiana che ha inventato questo sistema, ''cattura gli inquinanti e le porta in acqua, riproducendo il ciclo naturale di quando piove. La pioggia, infatti, abbatte gli inquinanti''. Questa tecnologia, pero', ha anche altre funzioni come ad esempio ''l'eliminazione di cattivi odori in prossimita' delle discariche''.

La tecnologia si rivolge sia al settore privato, ''vista la scarsa efficacia dei filtri dove si annidano i batteri'', che al pubblico e il comune di Frosinone ha dichiarato la propria disponibilita' a sperimentare il macchinario. L'accordo prevede l'installazione di 20 apparecchi per tre anni con un investimento di circa un milione di euro.

Ogni dispositivo, spiega Spanto, ''ha un raggio d'azione di 25-28 metri'' con un abbattimento degli inquinanti ''del 95% in ambito indoor, come ad esempio i parcheggi sotterranei, e maggiore dell'80% in ambito outdoor''. Il macchinario, inoltre, ''e' meno rumoroso di una condizionatore'' e si pone l'obiettivo di adattarsi all'arredo urbano, ''nascondendolo all'occhio del cittadino''. ''Abbiamo previsto anche l'installazione su autobus, fioriere e lampioni. Basti pensare che e' fuori norma ben il 70% dei lampioni utilizzati per l'illuminazione pubblica''.

Quanto alla manutenzione, Spanto assicura che ''i dispositivi, a livello di bilancio aziendale, hanno una vita che va dai 5 ai 7 anni ma il costo da sostenere e' solo quello relativo ai pezzi di ricambio. Si deve pero' garantire un sistema di gestione". La tecnologia Apa "e' stata di recente proposta anche al comune di Milano. Teniamo al made in Italy e - conclude l'ad di Is Tech - vorremmo valorizzarlo in occasione dell'Expo 2015".


pubblica la notizia su:  Facebook    segnala la notizia su:  Viadeo  OkNotizie  Segnalo  Wikio Friendfeed 
TAG
smog-citt
tutte le notizie di World in Progress
commenta commenta 0    invia    stampa