VOTO DI SCAMBIO: NUOVI ARRESTI IN VALLE D'AOSTA
economia
cronaca
spettacoli
sport
cultura
salute
lavoro
sostenibilità
internazionale
multimedia
regioni
immediapress
Segui Adnkronos

Sfoglia l'archivio Adnkronos


VOTO DI SCAMBIO: NUOVI ARRESTI IN VALLE D'AOSTA

Aosta, 16 nov. (Adnkronos) - Nuova valanga giudiziaria in Valle d'Aosta. Oggi sono stati arrestati gli ex presidenti della giunta regionale Augusta Rollandin (Union Valdotaine) e Ilario Lanivi (Pour la Vallee d'Aoste). Mandato di cattura anche per Jean Barocco, segretario di Rollandin e per Juanito Perrier, titolare della Sap Trasporti.

Per i due ex amministratori l'accusa e' di abuso di atti d'ufficio a scopo patrimoniale e truffa ai danni della regione; per il Perrier e' di concorso negli stessi reati. I mandati di cattura sono stati emessi dalla procura del tribunale di Aosta. Si tratta della stessa inchiesta che aveva gia' portato in carcere un funzionario della regione, Piergiorgio Pivoli, ora scarcerato.

La procura della repubblica ha spiccato mandato di cattura anche per Francesco Raso di Saint Vincent e Domenico Cosentino di Aosta; in questo caso l'accusa e' relativa al reato di voto di scambio, cioe' -come ha spiegato lo stesso procuratore della repubblica presso il tribunale di Asota Luigi Schiavone- ''soldi dati come corrispettivo di pacchetti di voti''. Anche Rolandin e' indagato per il reato di voto di scambio assieme a quello di corruzione elettorale.

Le indagini sono state effettuate in maniera congiunta dagli uffici di polizia giudiziaria presso la pretura e presso il tribunale di Aosta. E' ancora ricercata un'altra persona che al momento si trova all'estero.

(Bdp/Pan/Adnkronos)