CATTIVI MAESTRI: 'INQUISITORE' CURIA GENOVA CONTRO FILOSOFI
economia
cronaca
spettacoli
sport
cultura
salute
lavoro
sostenibilità
internazionale
multimedia
regioni
immediapress
Segui Adnkronos

Sfoglia l'archivio Adnkronos


CATTIVI MAESTRI: 'INQUISITORE' CURIA GENOVA CONTRO FILOSOFI
CACCIARI E GLI ALTRI SONO ''NEOPAGANI''

Roma, 21 gen. (Adnkronos) - Nelle facolta' di filosofia di molte universita' italiane si stanno allevando giovani neopagani. Lo denuncia il genovese Pierangelo Vassallo, ex collaboratore del cardinale Siri e direttore della ''Rivista di studi vichiani'', che definisce ''cattivi maestri'' i filosofi Massimo Cacciari, Gianni Vattimo, Emanuele Severino ed Elemire Zolla. ''Sono tanti i docenti universitari - afferma - che insegnano una cultura esoterica, invitando gli studenti a vivere in funzione della morte, in un rapporto con la natura senza piu' briglie che porta ad abbandonarsi totalmente agli istinti''.

E' sconcertante, sostiene Vassallo, considerato ''l'inquisitore'' della Curia di Genova, dove fa parte della commissione diocesana sulle sette religiose, che ''autori come Nietzsche e Heidegger, pendagli del nazismo, siano dati in pasto agli studenti in modo totalmente acritico. Ed ancor piu' assurdo e' il fatto che a dare loro questo insegnamento siano intellettuali ex marxisti. Non c'e' dubbio che dopo la caduta del comunismo, l'unico baluardo in difesa della ragione sia rimasta la Chiesa cattolica''.

Secondo Pierangelo Vassallo dietro a molti fatti di cronaca nera che vedono coinvolti le nuove generazioni ''c'e' indubbiamente uno sfondo di irrazionalismo neopagano''. La cultura ''esoterica'' sarebbe passata dalle aule universitarie ai grandi mezzi di comunicazione attraverso due intellettuali che l'ex collaboratore di Siri non esita a definire ''pericolosi'': lo scrittore Sergio Quinzio, commentatore del ''Corriere della sera'' e l'editore Roberto Calasso, patron dell'Adelphi.

(Pam/As/Adnkronos)