FECONDAZIONE: PRIMA PARTENOGENESI UMANA, NATO SOLO DALL'OVULO
economia
cronaca
spettacoli
sport
cultura
salute
lavoro
sostenibilità
internazionale
multimedia
regioni
immediapress
Segui Adnkronos

Sfoglia l'archivio Adnkronos


FECONDAZIONE: PRIMA PARTENOGENESI UMANA, NATO SOLO DALL'OVULO

Londra, 10 ott. (Adnkronos/Adnkronos Salute) - Primo caso di partenogenesi nell'uomo, cioe' dello sviluppo di un organismo vitale a partire da un solo ovocita, senza fecondazione da parte di uno spermatozoo. Lo descrivono medici scozzesi, sulla rivista ''Nature Genetics'', riferendo che si tratta di una partenogenesi parziale, riguardante cioe' solo una parte delle cellule del corpo, sviluppatasi in un bambino di un anno.

''Questo fenomeno - spiegano Lisa Strain e i suoi colleghi dell'Universita' di Edimburgo - esiste allo stato naturale in alcuni animali, come le api e i pidocchi, nei quali uno dei due sessi deriva da uova non fecondate, o anche in alcune specie di rettili. Normalmente - continuano - nei mammiferi lo sviluppo di un ovulo non fecondato e' impossibile, poiche' i geni derivanti dal genoma paterno sono necessari fin dai primi stadi dello sviluppo dell'embrione dopo il suo impianto. Tuttavia - concludono - e' stato gia' dimostrato che gli embrioni chimerici, nei quali solo una parte e' partenogenetica, sono vitali''.

I medici scozzesi hanno dunque riscontrato che questo fenomeno puo' esistere naturalmente nell'uomo. Il bambino protagonista dell'episodio era stato visitato dai medici per una anomalia cromosomica: l'osservazione di una asimmetria facciale aveva portato ad analizzare i cromosomi e ad evidenziare la presenza di due cromosomi X, cioe' di una caratteristica femminile, mentre il bambino presentava un aspetto esteriore maschile. L'analisi genetica approfondita ha evidenziato che il corpo del bambino si presentava come un mosaico di cellule, tutte con 46 cromosomi, alcune delle quali con i cromosomi XX femminili, come quelli gia' analizzati.(segue)

(Sal/As/Adnkronos)