MUSSOLINI: ANDREOTTI, NON VALIDO DECRETO SUCCESSIONE BADOGLIO
economia
cronaca
spettacoli
sport
cultura
salute
lavoro
sostenibilità
internazionale
multimedia
regioni
immediapress
Segui Adnkronos

Sfoglia l'archivio Adnkronos


MUSSOLINI: ANDREOTTI, NON VALIDO DECRETO SUCCESSIONE BADOGLIO

Roma, 23 lug. - (Adnkronos) - Non sarebbe stato valido il decreto con cui il generale Badoglio succedeva a Benito Mussolini. A sostenerlo e' il senatore a vita, Giulio Andreotti in uno speciale sul 25 luglio pubblicato da ''Liberal''. L'ex presidente del Consiglio ricorda che ''nel tardo pomeriggio ricevetti una telefonata da un amico che lavorava al ministero dell'Interno. Aveva una notizia importante da riferire a voce. Ci incontrammo dopo poco a Piazza Fiume e conobbi cosi' -rammenta ancora Andreotti- con due ore di anticipo il comunicato di Badoglio. Nella notte, senza rispetto del coprifuoco, tutta l'Italia rimasta proletaria e divenuta antifascista resto' in piedi. L'importanza di tre parole dell'annuncio clamoroso, 'la guerra continua' sfuggi' a tutti: si pensava che l'assicurazione che la guerra continuava fosse un modo di dire. Non era la guerra di Mussolini? In casa di Spataro, all'indomani, si apprese che almeno tre persone avevano avuto dal Quirinale il preannuncio di essere i successori: Grandi, Vittorio Emanuele Orlando e il generale Caviglia. Piu' tardi, leggendo il decreto di nomina di Badoglio mi accorsi che era nullo, perche' non conteneva nelle premesse le dimissioni di Mussolini. La corte dei Conti avrebbe dovuto non registrarlo''.

(Sin/Pn/Adnkronos)