ASPIRINA: FINISCE UN MITO, UCCIDE COME L'AIDS
economia
cronaca
spettacoli
sport
cultura
salute
lavoro
sostenibilità
internazionale
multimedia
regioni
immediapress
Segui Adnkronos

Sfoglia l'archivio Adnkronos


ASPIRINA: FINISCE UN MITO, UCCIDE COME L'AIDS
LO SOSTIENE UNO STUDIO AMERICANO

Boston, 17 giu. (Adnkronos) - Sul viale del tramonto il mito dell'aspirina. Se e' vero che fa passare mal di testa e raffreddori, e diminuisce il rischio di infarto, c'e' chi ora sostiene che miete all'anno lo stesso numero di vittime dell'Aids. A mettere sotto accusa la medicina piu' usata e rassicurante del mondo e i farmaci ad essa correlati e' un gruppo di ricercatori dell'universita' di Boston. Dallo studio da loro condotto sotto la direzione del dottore Michael Wolfe, e pubblicato dal ''New England Journal of Medicine'', emerge infatti che le ulcere attribuite all'aspirina provocano soltanto negli Stati Uniti circa 16.500 morti l'anno. Una cifra di pochissimo inferiore a quella dei decessi provocati dall'hiv, 16.685, secondo il Centro Nazionale americano di Statistiche sanitarie.

Secondo i medici di Boston, i Fans sono responsabili di una vera e propria ''epidemia silente'', ma letale. ''L'aspirina -ha spiegato Wolfe- avrebbe effetti devastanti soltanto su una ristretta percentuale di pazienti, ma l'uso in cosi' larga scala che se ne fa aumenta enormemente i rischi, collocandola al 15esimo posto tra le principali cause di morte insieme all'ibuprofene e agli altri farmaci antinfiammatori non steroidei''.

(Ses/Gs/Adnkronos)